ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cetraro, punto nascita: Aieta pronto ad occupare l’Asp

Il consigliere regionale Giuseppe Aieta punta i piedi e dichiara guerra: “ho deciso di occupare la sede dell’Asp se non arrivano risposte in queste ore sulla nomina di un Primario”

 

 

CETRARO (CS) – “Esperiti gli adeguamenti strutturali rimangono quelli più squisitamente organizzativi. A cominciare dalla nomina del Primario che – come si ricorderà- chiesi qualche mese fa e che mi costò, in totale solitudine, una violenta polemica col DG dell’Asp”. E’ quanto si legge in un post pubblicato dal consigliere regionale Aieta sul profilo Facebook-. “Ho chiesto al DG del Dipartimento Salute della Regione Calabria e al Commissario Cotticelli di procedere immediatamente per consentire – una volta nominato il Primario – di riaprire il punto nascita. Non amo i gesti eclatanti e non mi piacciono i capipopolo perché penso che solo con il dialogo e la responsabilità si risolvono i problemi. Ma se la nomina del Primario dovesse tardare ad arrivare, a cavallo di ferragosto, sarò costretto ad occupare la sede dell’Asp di Cosenza fino a quando non si darà alle mamme del tirreno cosentino la certezza che i loro figli potranno nascere in sicurezza nel loro territorio di appartenenza”. 

Aieta poi rassicura che è uomo di fatti e non di parole: “Lo dico ai cittadini e non ai politicanti che stanno dietro una tastiera pensando che con quattro righe si risolvono i problemi. I precedenti ci sono: occupai i Licei ed oggi sarò costretto a fare la stessa cosa con l’Asp. Com’è andata con i Licei lo sanno tutti. Spero nello stesso esito con il Punto Nascita.
Non amo essere tenuto nell’olio come la soppressata. Nè voglio interferire in questioni che non mi competono. Ma il Primario per un reparto come l’ostetricia é necessario come il Preside in una scuola. Chiedo solo che si ottemperi alle prescrizioni dettate dal Ministero e che lo si faccia subito!”

 

Lo scorso sei agosto in un altro post a firma del consigliere regionale Aieta e del sindaco di Cetraro Aita si parlava della promessa, ad oggi non mantenuta- del Dg dell’Asp di procedere a nomina del responsabile del reparto:

“Abbiamo appena terminato il sopralluogo presso il punto nascita dell’Ospedale di Cetraro. Confermiamo che non si tratta di chiusura ma solo di momentanea sospensione per risolvere alcune criticità già in via di risoluzione. La Regione, presente con il DG del Dipartimento Salute, ha valutato la necessità della persistenza del Punto Nascita di Cetraro, alla luce dell’indice di natalità espresso dal territorio, del bilanciamento tra domanda ed offerta di Punti Nascita e delle difficili condizioni oreogeografiche.
In ottemperanza a quanto prescritto dal Ministero della Salute, è stata disposta la temporanea sospensione,con effetto immediato, dell’attività del Punto Nascita del P.O. di Cetraro, fino alla risoluzione di tutte le problematiche presenti, al fine di inoltrare, al Ministero della Salute, la deroga prevista dall’art. 1 del D. M. 11.11.2015 per mantenere in attività punti nascita con volumi inferiori ai 500 parti/annui.

Nelle more della risoluzione di tutte le problematiche (già in via di soluzione) presenti relativamente al Punto Nascita, potranno continuare ad essere assicurate le prestazioni che riguardano la ginecologia.
Oltre alle criticità strutturali che sono già in parte risolte, il DG del Dipartimento Salute ha assunto formale impegno di rappresentare al DG Asp di procedere all’individuazione del Responsabile del reparto.
Inoltre, alla presenza del Direttore Sanitario dello Spoke Cetraro-Paola è stata già richiesta la verifica della commissione di valutazione dei punti nascita per accertare che le prescrizioni strutturali richieste siano già state realizzate e, quindi, procedere alla revoca della sospensione”.

Angelo Aita – Sindaco di Cetraro
Giuseppe Aieta – Consigliere Regionale