ASCOLTA RLB LIVE
Search

“Se mi molli ti ammazzo”: vittima scopre ordigno sotto l’auto

Lei litiga con il fidanzato e sembra si lascino. A salvarle la vita delle macchie sotto l’auto che la inducono a verificare cosa stesse accadendo, trovando “qualcosa”

 

 

TIRRENO – Si salva perchè è una giovane donna intelligente e probabilmente perchè ancora non era arrivata la sua ora. Per ovvi motivi che sicuramente il lettore capirĂ  (a cui chiediamo scusa nel non diffondere con precisione i dati e i luoghi per l’incolumitĂ  della vittima stessa e per le indagini in corso da parte dell’Arma) vi raccontiamo una storia vera, fatta di litigi tra una coppia, una storia interrotta e il delirio di un fidanzato che confeziona un ordigno e lo posiziona sotto l’auto dell’amata.

Il fatto è accaduto la mattina dell’8 luglio scorso in una localitĂ  sulla costa tirrenica. Un atto intimidatorio o proprio l’eliminazione definitiva delle pene d’amore del giovane fidanzato? Naturalmente sulla notizia vige il massimo riserbo da parte delle autoritĂ . Sappiamo che la proprietaria dell’auto aveva litigato con il fidanzato e sembra si fossero lasciati. L’auto era parcheggiata in una strada secondaria poco distante dall’abitazione della ragazza; strada in cui sono presenti anche delle attivitĂ  commerciali. La ragazza una volta giunta vicino l’autovettura avrebbe notato, sembra, delle perdite che fuoriuscivano da sotto l’auto o, in ogni caso, qualcosa di diverso che fuoriusciva  sempre dall’auto dalla parte anteriore.

Avrebbe poi chiamato i familiari per verificare cosa fosse successo all’automobile, i quali si sarebbero resi conto della presenza di un corpo estraneo. Allertati i carabinieri, sul posto oltre i militari della locale stazione è stato chiamato ad intervenire anche il nucleo artificieri. Gli specialisti dopo avere analizzato l’ordigno, costruito in modo molto artigianale, hanno provveduto alla rimozione avvalendosi della presenza dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco. L’area è stata interdetta al traffico veicolare, facendo allontanare anche i residenti.

Naturalmente, non avendo notizie sul prosieguo delle indagini, quasi certamente ancora in corso, possiamo solo dire con certezza che i primi dubbi e le prime ipotesi sono state formulate dalla vittima nei confronti del fidanzato. Non rimane che attendere i risvolti della vicenda per capire realmente come ci sia finita una bomba artigianale sotto l’auto e, dopo un litigio, ricordiamoci di dare sempre uno sguardo alla propria autovettura per evitare brutte sorprese…