ASCOLTA RLB LIVE
Search

A Saracena non c’è posto per le discariche

Ed il sindaco Russo parte all’attacco: «Stiamo valutando se esistono le condizioni per fare un esposto alla Procura della Repubblica»

 

SARACENA – «Il territorio del Comune di Saracena non vedrĂ  mai la realizzazione di una discarica e se ne necessario ci opporremmo in ogni ambito e con ogni mezzo alla realizzazione di una discarica di rifiuti in zone limitrofe, contigue o comunque prossime ad aree ad alta vocazione agricola». Lo ha chiarito perentoriamente il sindaco di Saracena, Renzo Russo. E domani saranno gridati a gran voce durante l’assemblea pubblica sul tema dei rifiuti indetta dal primo cittadino di San Basile, Vincenzo Tamburi.

«Ad oggi – aggiunge Russo – non esiste nessuna documentazione che riguardi fantomatiche discariche o altre tipologie di impianti all’interno del nostro comune. Le uniche informazioni sono quelle diffuse giorni fa dai membri del costituito comitato che si oppone alla costruzione di una discarica a San Basile. Ma nella nostra documentazione comunale non esiste alcune richiesta ufficiale ne ufficiosa che riguardi discariche o altri tipi di impianti».

Inoltre, fa sapere Russo, che il comune di Saracena sta valutando se esistono le condizioni per fare un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere di far luce sull’intera vicenda e tutelare «La nostra onorabilitĂ  dalle infamanti dichiarazioni di chi evoca paragoni con vicende come quella di Mafia Capitale. Accettiamo la polemica politica, ma se si mette in dubbio la nostra integritĂ  morale non possiamo far finta di niente». Il primo obiettivo dell’esecutivo di Saracena è quello di migliorare la raccolta differenziata aumentando i controlli per evitare che il territorio venga occupato da tante piccole discariche abusive create da cittadini incivili.