ASCOLTA RLB LIVE
Search

Massarotti: «Riconoscete il fallimento politico e fate presto un passo indietro»

Dissesto finanziario: interviene il gruppo politico “Insieme per Castrovillari”

 

CASTROVILLARI – Dissesto finanziario: interviene il gruppo politico “Insieme per Castrovillari”. Non si tratta soltanto di dissesto e di misure contabili, ma di un vero e proprio fallimento politico. Misure inadeguate e procedimenti inadatti sarebbero state le vere cause di fallimento al momento della ricognizione del debito.

È un dato di fatto che la Cassa depositi e prestiti nel 2013 abbia autorizzato il finanziamento di 19milioni di euro a favore del comune di Castrovillari per ripagare i debiti prodotti dalle amministrazioni precedenti, ed è quindi del tutto evidente che questi debiti siano stati prodotti in date antecedenti il 2013: «Ma non abbiamo fatto assolutamente riferimento a nessuna amministrazione comunale in quanto ovviamente riteniamo che questo compito debba essere svolto al più presto dalle autorità competenti».

Il consigliere comunale, Onofrio Massarotti, esponente di “Insieme per Castrovillari” ha evidenziato, però un secondo aspetto non trascurabile. «È altrettanto vero che tutti gli atti prodotti, anche e soprattutto in fase di ricognizione del debito, da parte dall’amministrazione Lo Polito ed in particolare dall’assessore al Bilancio siano risultati essere totalmente inadeguati ed insufficienti ed è per questa ragione che riteniamo sia doveroso da parte loro riconoscere il loro fallimento politico e fare presto un passo indietro».

Fatta la costatazione occorre andare avanti e trovare una soluzione. E Massarotti rivolge un invito a tutti i gruppi, movimenti, partiti politici «Ma soprattutto ai cittadini di tutte le fasce di età, padri e madri ad unirci per lavorare insieme sin da subito per insediare una classe dirigente adeguata alla nostra amata città. Evitiamo, che personaggi politici, che a vario titolo nel corso di questi anni, hanno prodotto questo fallimento politico-amministrativo rubando di fatto il nostro futuro, non pregiudichino, ricandidandosi alle prossime elezioni comunali, anche il futuro dei nostri figli. Pertanto offriamo tutto il nostro impegno, mettendoci sin da subito a disposizione di chi vorrà mettersi in gioco e che avrà come noi un unico obiettivo: ovvero quello di formare una squadra che garantirà un futuro migliore a tutti quanti noi».

Prendiamo esempio da Corigliano-Rossano: «Il mio caro amico Flavio Stasi a soli 36 anni è diventato con più del 70% dei consensi, il primo sindaco della nuova città di Corigliano-Rossano mettendo su una classe dirigente giovane, nuova e libera. A voi rivolgo i più sinceri complimenti per aver realizzato questa incredibile rivoluzione politica (che dà tanta carica a tutti noi) essendo certo del vostro buon lavoro».