ASCOLTA RLB LIVE
Search

Saracena

Sovrappasso del Vallo. Protesta in piazza sul ritardo dei lavori

Lo stallo dei lavori interessa il sovrappasso del Vallo che da circa 4 mesi ha isolato Saracena dallo svincolo della A2 del Mediterraneo

 

 

SARACENA – Sovrappasso del Vallo. È Protesta in piazza per il ritardo dei lavori. Tutto il consiglio comunale di Saracena, opposizione e maggioranza insieme, uniti ai cittadini ed alla attività produttive della piana di Cammarata hanno deciso di scendere in piazza per manifestare contro lo stallo dei lavori che interessano l’ammodernamento del sovrappasso del Vallo che da circa 4 mesi ha di fatto isolato Saracena dallo svincolo autostradale della A2 del Mediterraneo.

«Quello di oggi è l’inizio di una protesta di cui il sottoscritto non sarebbe in grado di assicurare, per quanto di sua competenza, la pacifica prosecuzione della mobilitazione» ha scritto il sindaco di Saracena, Renzo Russo in una missiva indirizzata al Prefetto di Cosenza, Paola Galeone, sottolineando al presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, ed ai vertici di Anas di voler «conoscere il cronoprogramma dei lavori ed avere una data certa di ultimazione degli stessi» oltre alla richiesta urgente di «porre in essere qualsiasi iniziativa tesa alla risoluzione del problema».

Nel corso della manifestazione di oggi «sono emerse in misura ancora più evidente le doglianze dell’intera popolazione e degli esponenti del mondo delle attività produttive del territorio di Saracena e comuni limitrofi. La chiusura del sovrappasso per i lavori di messa in sicurezza, che si protraggono da mesi ormai, sta isolando del tutto la nostra comunità considerando che trattasi della strada d’accesso principale al Comune di Saracena» ha scritto il primo cittadino di Saracena. Dalla manifestazione odierna è emerso uno stato di agitazione dei cittadini, «stanchi di sopportare un ingiustificato disagio che va avanti ormai da molto tempo, che potrebbe determinare conseguenze imprevedibili. Si fa notare, altresì, che il percorso alternativo che attraversa l’abitato del Comune di Firmo presenta gravi criticità in più punti che necessitano anch’esse di interventi di messa in sicurezza».

Quello che più necessità però, insieme alla riapertura del ponte, è la messa in sicurezza della infrastruttura che è vitale per il traffico veicolare in ingresso ed uscita da Saracena verso lo snodo fondamentale verso lo svincolo dell’autostrada del Mediterraneo nei pressi di Cammarata.