Si è spento all’ospedale di Cosenza il sindaco di San Lucido

Leverino Bruno è morto questa mattina all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza dove era ricoverato per combattere una violenta forma di leucemia

 

SAN LUCIDO (CS) – Combatteva da tempo contro una brutta malattia. Leverino Bruno (Lele come veniva chiamato dagli amici e da chiunque lo conosceva) sindaco del piccolo centro del tirreno cosentino, si è spento questa mattina all’ospedale di Cosenza all’età di 44 anni. Il dott. Bruno era stato eletto sindaco al Comune di San Lucido alla tornata elettorale dello scorso anno con la lista civica “Cambiare si può” che a giugno aveva ottenuto il 34, 27% delle preferenze. Un grande successo elettorale condiviso con Luigi Novello, cugino e noto fisioterapista, risultato il consigliere più votato nella storia di San Lucido.

Il sindaco Bruno da tempo soffriva di una violenta forma di leucemia e negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate, anche se lui ha continuato a lottare come un leone. Professionista serio ed apprezzato, era un politico innamorato della sua città, sempre al fianco della sua gente che gli aveva dato fiducia 10 mesi fa quando  iniziò la sua corsa che lo portò al successo “un percorso durato parecchi anni e costruito nel tempo. Essere il primo cittadino di San Lucido è un grandissimo onore e sarò il sindaco di tutti, nessuno escluso” aveva dichiarato all’indomani della sua elezione. Una scomparsa prematura, che ha lasciato nel dolore la famiglia, la moglie Maria e sgomenta tutta la cittadinanza che ora sarà guidata dal vicesindaco Alessandro Stefano. La redazione di Quicosenza si unisce al dolore dei familiari per la scomparsa del primo cittadino.

Laverino Bruno

Proclamati per domani, martedì 23 aprile e mercoledì 24 aprile, due giorni di lutto cittadino. Nel frattempo è stata allestita la camera ardente presso la Sala Consiliare del comune dove tutti i cittadini potranno dare l’ultimo saluto al sindaco Bruno. I funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle ore 17:00.

Il segretario regionale del Partito Popolari per l’Italia Calabria, Delly Fabiano, ha espresso profondo cordoglio per la prematura scomparsa del sindaco di San Lucido “La funesta notizia – scrive Fabiano – mi raggiunge mentre sono in viaggio per Roma, per partecipare ad una riunione di partito in vista delle Europee. Inaspettata, dolorosa e tremenda. La comunità perde un grande uomo: sensibile, attento, disponibile e di grande afflato umano. Mai mi sarei aspettata una dipartita così dolorosa e traumatica. Il sindaco, il nostro sindaco, esponente di primo piano del partito che ho l’onore di guidare in Calabria, aveva accettato con entusiasmo la nascita del nuovo soggetto politico. E’ stato tra i primi a volersi unire a noi, tra i primi ad intravedere la possibilità di costruire, attraverso i Popolari per l’Italia, un futuro diverso per la politica in Calabria. Leverino Bruno ci ha lasciati, gettando nello sconforto una comunità intera che aveva affidato a lui le ansie e le aspirazioni di crescita e di sviluppo. Ho perso un amico sincero, leale e lungimirante. Un uomo che ha saputo essere faro e condottiero, amico e consigliere di tutti coloro i quali hanno avuto il privilegio di incontrarlo e condividere con lui la quotidianità. Non si può morire a 44 anni, nel pieno della vita, proprio nella stagione del domani delle ambizioni. Oggi il nostro partito è in lutto, la nostra organizzazione perde uno dei suoi figli migliori. Ciao amico mio, il nostro impegno per costruire una Calabria migliore avrà la grinta, la determinazione e l’entusiasmo che hanno contraddistinto, sin dall’esordio, la giovane amministrazione di San Lucido”.