Scoperta una piantagione di marijuana nell’hinterland cosentino

Pregiudicato aveva allestito in un terreno vicino casa la coltivazione di stupefacente

 

PIANE CRATI (CS) – Piantagione illegale in un capanno vicino casa. Un pluripregiudicato di 64 anni, S. F., questa mattina è stato denunciato dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rogliano e della stazione di Aprigliano dopo essere stato trovato in possesso, in un terreno presso la propria abitazione a Piane Crati di una coltivazione di canapa indiana. I carabinieri nell’ambito di una mirata serie di servizi finalizzati a monitorare soggetti pregiudicati della zona su disposizione del Comando Provinciale dell’Arma di Cosenza alle prime luci dell’alba, hanno bussato alla porta di S.F.. Il noto pregiudicato di Piane Crati alla vista dei militari ha subito provveduto a consegnare loro un involucro in cellophane contenente 15 grammi di marijuana.

 

 

L’uomo, secondo i carabinieri presenti, continuava però a mostrare chiari segni di nervosismo nonostante la perquisizione fosse terminata. Nella sua abitazione non era stato trovato nulla di illecito a parte lo stupefacente dichiarato all’arrivo dei militari. Il controllo è stato quindi esteso anche ai vicini terreni di sua proprietà. Nell’area rurale della residenza, in un capanno utilizzato come deposito per attrezzi agricoli, è stata rinvenuta una vera e propria serra, perfettamente attrezzata ed umidificata con 31 piantine di canapa indiana. Ancora di dimensioni ridotte, con l’arrivo dell’estate sarebbero cresciute e avrebbero dato origine a diverse migliaia di dosi di sostanza stupefacente. I carabinieri dopo averle rinvenute le hanno estirpate e postoesotto sequestro. S.F., per cui è scattata immediatamente la denuncia all’Autorità Giudiziaria, dovrà ora rispondere di coltivazione e detenzione di marijuana.