ASCOLTA RLB LIVE
Search

Statale 106

Bossio: “ancora niente lavori sul terzo megalotto della 106, Governo brancola nel buio”

La parlamentare del PD: “Toninelli non ha ancora definito il cronoprogramna per l’apertura dei cantieri a un anno dall’approvazione della delibera CIPE. E’ incredibile che oggi il Governo venga in aula a raccontarci della crisi dell’Astaldi”

.
COSENZA – “A un anno dall’approvazione della delibera CIPE  per la realizzazione del terzo megalotto della Statale 106 il Governo brancola ancora nel buio. Anche se stamane è stata ribadita la strategicità dell’opera, contrariamente a quanto più volte sostenuto da alcuni parlamentari pentastellati calabresi, alla data odierna il ministro Toninelli non ha ancora  definito il cronoprogramna  per l’apertura dei cantieri e la realizzazione dei lavori “. È quanto ha dichiarato dalla parlamentare calabrese del PD Enza Bruno Bossio dopo la risposta che il Governo ha dato alla Camera, relativamente all’interpellanza sulla SS 106 presentata dal gruppo PD e di cui la deputata è prima firmataria.
Statale 106 terzo megalotto
In particolare – ha affermato la Bruno Bossio – si tratta di un megalotto già interamente finanziato dai Governi Renzi e Gentiloni e indicato come priorità strategica dal presidente Oliverio nel programma regionale per gli investimenti infrastrutturali e che ora deve essere realizzato, pena la perdita del finanziamento entro un tempo contingentato. Per questo appare incredibile che il governo venga in aula a raccontarci oggi della crisi dell’Astaldi! Non è ammissibile che non solo non siano in grado di presentare un cronoprogramna ma nemmeno di indicare un termine per l’inizio dei lavori. La risposta di oggi non è né soddisfacente né rassicurante, a cominciare dalla definizione dell’iter del progetto esecutivo. Continueremo, pertanto, ad incalzare e a vigilare perché in tempi rapidi sia dato avvio ai lavori per la realizzazione effettiva di un’opera  fondamentale per i collegamenti, la sicurezza e l’accessibilità della fascia ionica calabrese“.