ASCOLTA RLB LIVE
Search

Rinviato a giudizio il maresciallo della Forestale, Carmine Greco

E’ stato rinviato a giudizio e dovrà presentarsi davanti al Giudice del Tribunale di Crotone, il maresciallo della Forestale Carmine Greco.

 

LONGOBUCCO (CS) – E’ stato rinviato a giudizio su decisione del gup distrettuale di Catanzaro, Pietro Carè l’ex maresciallo della Forestale Carmine Greco, finito “nelle braccia” della giustizia con l’accusa di associazione mafiosa, rivelazione del segreto istruttorio, omissioni d’atti di ufficio e favoreggiamento, reati aggravati dal metodo mafioso. Un primo riesame riqualificò l’accusa di associazione mafiosa in concorso esterno. Greco dovrà ora presentarsi davanti al Giudice del Tribunale di Crotone. L’ex comandante della stazione di Cava – Melis, arrestato a luglio del 2018 finisce in carcere dove attualmente è detenuto.

Il gup non ha accolto l’eccezione sollevata dai difensori dell’imputato, gli avvocati Franco Sammarco e Antonio Quintieri, d’incompetenza territoriale e funzionale, con conseguente trasmissione degli atti del procedimento a Salerno, dove il maresciallo Greco è indagato in un’altra inchiesta, insieme ad altre persone, tra cui magistrati e pubblici ufficiali, per abuso d’ufficio e falso.

I legali di Greco avevano sostenuto che i fatti contestati dalle due Procure sarebbero sovrapponibili e che anche la seconda inchiesta a carico del sottufficiale fosse di competenza della Procura di Salerno. Secondo il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Paolo Sirleo, le due vicende, invece, non sono speculari e la seconda deve restare in Calabria. Tesi che é stata accolta dal Gup. La prima udienza del processo a carico del maresciallo Greco é stata fissata per il 20 maggio davanti il Tribunale di Crotone.

 

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI