ASCOLTA RLB LIVE
Search
Oliverio Calabria

Oliverio tiene in ostaggio seimila aziende biologiche

Approvata la versione definitiva del decreto “Salva olio, latte e agrumi” recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi

 

Oliverio tiene in ostaggio seimila aziende biologiche e tra Sibaritide ed Alto ionio le aziende sono in crisi. Mario Oliverio, che da presidente della Regione Calabria opera per il bene di tutti i calabresi, boicotta le aziende del settore bio. Come?  Non pubblicando i bandi europei. Gli altri anni le piccole e medie aziende che beneficiano dei fondi, avevano già ricevuto le quote di rimborso per la minore produzione operando con le produzioni biologiche.

C’è chi avanza l’ipotesi che il ritardo sia dovuto alla distrazione di conoscere la date delle elezioni regionali. Intanto Oliverio sta ritardando nei fatti l’accesso ai fondi e le aziende hanno difficoltà a fronteggiare i pagamenti.

Dalla Commissione Agricoltura del Senato Rosa Silvana Abate fa sapere: «Le misure attualmente sospese riguardano il 2017 e sono due: pagamenti per l’introduzione di metodi e pratiche biologiche e, la seconda, pagamenti per mantenimento di metodi e pratiche biologiche. Riguardano, quindi, sia chi già fa biologico sia chi si approccia a questo tipo di colture, fondamentali per la Calabria. Già 2934 aziende hanno fatto domanda di introduzione al sistema biologico, mentre quelle ammissibili per il mantenimento sono 2983. Numeri importanti che ci parlano di un blocco di quasi 6mila imprese che già sostengono, tra i vari costi, anche quelli dell’organismo di controllo e avrebbero diritto ad una quota di rimborso. Non abbiamo interesse a fare polemiche sterili, anzi. Ci interessa capire perché sta succedendo questo e perché dal 2017 c’è questo blocco». La senatrice fa sapere che il Governo ha approvato la versione definitiva del decreto “Salva olio, latte e agrumi” recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi e di sostegno alle imprese agricole colpite da eventi atmosferici avversi di carattere eccezionale».