ASCOLTA RLB LIVE
Search
stalking-rossano

Lei lo lascia, ed è violenza. Arrestato 47enne a San Marco Argentano

Una storia che, purtroppo, si ripete e che vede un uomo che non riesce ad accettare la separazione dalla moglie, perseguitarla, minacciarla, mettendo in atto violenze e vessazioni

 

SAN MARCO ARGENTANO (CS) – I carabinieri lo hanno arrestato dopo aver accertato diversi e gravi episodi di violenza nei confronti dell’ex moglie. L’uomo di 47 anni, accusato di stalking è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare e e trasferito nel carcere di Cosenza. Tutto è iniziato dopo la separazione decisa dalla moglie che non sarebbe riuscita piĂą a sopportare l’ossessiva gelosia del marito, il quale avrebbe iniziato a mettere in atto violenze, vessazioni, minacce. La vittima, 40enne non avrebbe denunciato subito l’ex marito per paura di ritorsioni.L. C., 47 anni, è anche accusato di violenza sessuale ed i fatti risalgono al 2017, quando la relazione tra il 47enne e la vittima si sarebbe incrinato al punto che l’uomo avrebbe iniziato ad assumere un atteggiamento persecutorio nei confronti della donna. Insieme avevano un’attivitĂ  agrituristica alla periferia di San Marco Argentano, e poi avevano aperto un’altra attivitĂ  di ristorazione in un hotel.

Ma la decisione della moglie di lasciarlo perchè stanca di quella gelosia morbosa e malata, ha fatto scattare nella mente dell’uomo la violenza. Atti persecutori e in alcuni casi, anche violenza sessuale, e minacce con l’uso delle armi: pistole e coltelli usati per terrorizzare la vittima. Lui l’accusava di averlo tradito e secondo il racconto corroborato anche da alcune testimonianze, L.C. avrebbe anche obbligato la moglie ad interrompere una gravidanza perchè convinto che lui non fosse il padre.

In un altro caso, il 47enne avrebbe mostrato alcuni proiettili ad una dipendente dell’attivitĂ  di ristorazione mostrando un chiaro intento di volerli ‘utilizzare’ contro la moglie. E ancora ci sarebbe stato un altro caso in cui il 47enne avrebbe gettato della benzina contro la donna con l’intento di darle fuoco minacciandola successivamente invece, di dar fuoco alla casa e di sterminare la sua famiglia. Tanti e gravi episodi che hanno fatto scattare l’ordinanza e il trasferimento in carcere per L.C. che domani sarĂ  interrogato.