Trovato privo di vita l’uomo scomparso da Roma prima di una visita medica

Accertamenti in corso per risalire alla causa del decesso. Il suo corpo rinvenuto in zona Prenestina

 

ROMA – Ritrovato il pensionato di Morano scomparso mentre si trovava a Roma con la moglie. Dell’uomo, diabetico e malato si Alzheimer, non si avevano notizie da domenica sera, quando si erano perse le sue tracce mentre la consorte si era allontanata pochi minuti intrattenendosi in un negozio di Via Cola Di Rienzo, vicino la torrefazione Castroni. Pietro Aloise è stato trovato morto nella notte a circa trenta chilometri di distanza dal punto in cui era stato avvistato l’ultima volta, in un posto raggiungibile da lì in circa mezz’ora d’auto. Non si esclude possa essere stato investito. Arrivato nella Capitale dalla Calabria per una visita medica che aveva in programma lunedì. Il 69enne era scomparso domenica pomeriggio in zona Prati e dopo la denuncia dei familiari erano scattate le ricerche. La scorsa notte, intorno alle 2.30, la polizia locale è intervenuta in via Bitti, in zona Prenestina. A chiamare in soccorsi una donna di 50 anni che, al volante di una macchina, è passata sul corpo di un uomo, a suo dire disteso per terra. Sono ancora in corso i rilievi dei vigili per chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto. In particolare per accertare se l’uomo sia morto investito da quella macchina, da un veicolo passato prima che si è dato alla fuga o sia deceduto per cause naturali e investito quando era già morto. Al vaglio le telecamere di zona per ripercorrere gli ultimi momenti di vita del sessantanovenne di Morano Calabro.

 

LEGGI ANCHE

 

Va a Roma per una visita medica e scompare, attivate ricerche