ASCOLTA RLB LIVE
Search
IMG-20180516-WA0014

Prostituzione sulla statale 106 in provincia di Cosenza, controlli costanti

Durante la perlustrazione del territorio ieri tre clienti sono stati fermati, sanzionati e sottoposti al sequestro della vettura

 

CORIGLIANO – ROSSANO (CS) – Potenziati, su richiesta del Questore della Provincia di Cosenza Giancarlo Conticchio, i servizi di vigilanza e controllo nella Piana di Sibari fino al Trionto, con particolare attenzione al territorio attraversato dalla statale 106. L’obiettivo è il contrasto del fenomeno della prostituzione e la sicurezza dei cittadini. Ieri personale dei Commissariati di Castrovillari e Rossano, insieme agli agenti della Questura di Cosenza, della Polizia Scientifica e dell’Ufficio P.A.S.I., coordinati dal Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Leonardo Papaleo e dal Commissario Capo della Polizia di Stato Giuseppe Massaro, hanno identificato per l’applicazione delle sanzioni amministrative previste, sei ragazze che effettuavano attività di meritricio. Fermati e sanzionati anche tre clientiVenivano altresì identificati e a loro volta sanzionati anche tre clienti che, attirati dall’abbigliamento succinto e dall’inequivocabile comportamento delle meritrici, si erano fermati con le rispettive autovetture le quali, sempre in applicazione alle Ordinanze Sindacali vigenti, venivano sottoposte a fermo amministrativo.

 

Sono stati redatti e notificati quattro verbali per la violazione dell’ordine di allontanamento dal luogo ove sono state trovate a svolgere la loro attività di meritricio. Due delle ragazze, già destinatarie di provvedimento di allontanamento, redatto a loro carico durante un recente servizio di controllo, saranno ora sottoposte al Daspo Urbano. Tutte le ragazze sono state informate della presenza di associazioni di volontariato operanti nel territorio che possono aiutarle a cambiare vita e che personale della Polizia di Stato è a loro disposizione qualora volessero denunciare qualsiasi forma di sfruttamento. Contestualmente a tale servizio venivano effettuati 11 posti di controllo, nel corso dei quali venivano ispezionati 92 automezzi, identificate 141 persone, contestate a vario titolo 21 sanzioni amministrative e 5 perquisizioni delle quali 1 domiciliare e 4 personali/veicolari.