ASCOLTA RLB LIVE
Search

Tirreno, armi: arresti e denunce. Sequestrati 7 fucili

Serrati controlli dell’Arma nei centri cittadini sulla costa tirrenica. Posti sotto sequestro anche un coltello e 400 munizioni

 

FUSCALDO – Durante il fine settimana appena concluso, i Carabinieri della Compagnia di Paola diretta dal capitano Tognoni, su disposizione del Comando Provinciale di Cosenza, hanno proseguito i servizi straordinari di controllo del territorio. Elevata l’attenzione nella prevenzione e repressione del porto abusivo di strumenti idonei ad offendere; nella verifica del rispetto della legislazione in materia di detenzione di armi comuni da sparo.

 

Sequestro e denunce di detenzione abusiva di armi

Sul fronte della repressione del porto abusivo di strumenti idonei ad offendere e della prevenzione di eventuali condotte conseguenti, un 51enne di Paola è stato denunciato a piede libero per l’ingiustificata disponibilità, emersa a seguito di perquisizione personale, di un coltello chiaramente utilizzabile per l’offesa alla persona.

Nell’ambito delle attivitĂ  di verifica del rispetto della legislazione riguardante la detenzione delle armi comuni da sparo, all’esito di tre distinti controlli, sono stati denunciati a piede libero un 61enne di Aiello Calabro, un 52enne di Fuscaldo ed un 62enne di Fuscaldo, per reati che vanno dall’omessa custodia all’abusiva detenzione di armi da fuoco. Sequestrati, in totale, 7 fucili ed oltre 400 cartucce di vari calibri.

 

Arresti a Fuscaldo per espiazione di pena

Un 38enne di Fuscaldo, noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, è stato tratto in arresto in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione della pena detentiva emesso dall’Ufficio esecuzioni Penali del Tribunale Ordinario di Bolzano. Il giovane, riconosciuto colpevole del reato di Violazione degli obblighi di assistenza familiare, dovrà espiare la pena residua di 5 mesi di reclusione in regime degli arresti domiciliari.

Un 35enne di Fuscaldo, noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, è stato tratto in arresto in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione della pena detentiva emesso dall’Ufficio esecuzioni Penali del Tribunale Ordinario di Paola. Il giovane, a seguito del provvedimento di determinazione del cumulo di pene concorrenti, dovrà espiare la pena residua di 1 anno e 6 mesi di reclusione in regime degli arresti domiciliari.

Un 34enne di Cleto, noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, armi e contro il patrimonio, è stato tratto in arresto in ottemperanza all’ordine di esecuzione per espiazione della pena detentiva emesso dall’Ufficio esecuzioni Penali del Tribunale Ordinario di Bolzano. Il giovane, riconosciuto colpevole del reato di furto in abitazione, dovrà espiare la pena residua di 5 mesi di reclusione presso la Casa Circondariale di Paola.

Un 27enne di Fuscaldo è stato deferito a piede libero per violazione degli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale a cui lo stesso è sottoposto.