ASCOLTA RLB LIVE
Search

I computer della scuola rubati nello zainetto e portati dai ‘rumeni’ di Corigliano

Tra le quattro persone denunciate per i furti avvenuti nella provincia di Cosenza due studenti minorenni

 

CORIGLIANO CALABRO (CS) – Studenti denunciati per furto. E pc ritrovati in casa di due ragazzi rumeni da tempo residenti nella sibaritide. Secondo le prime ipotesi investigative sembrerebbe che nel circondario di Corigliano Calabro sia stata attivata una rete per trafugare computer e materiale informatico dagli istutiti scolastici. Giovani ‘ladri’ agirebbero su ordine di alcuni adulti dietro versamenti di denaro. Una tesi ancora da accertare che però sembrerebbe essere la più plausibile alla luce dei riscontri avuti la notte scorsa dai carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro a seguito di una perquisizione nell’appartamento in cui vivono due disoccupati rumeni, un ventinovenne e una trentaduenne entrambi incensurati. I militari Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dopo serrate indagini susseguenti ad alcuni furti avvenuti nell’ultimo mese in tre scuole di Corigliano Calabro hanno rintracciato la coppia di coinquilini nella propria abitaziove dove sono stati ritrovati otto personal computer marca Lenovo e Toshiba ed un videoproiettore marca Nec.

 

Sui dispositivi erano ancora impresse le etichette dell’inventario riportanti le denominazioni dei vari istituti scolastici a cui erano stati sottratti. Uno dei due ragazzi rumeni all’arrivo dei carabinieri ascoltava tranquillamente la musica con delle cuffiette proprio da uno dei pc rubati cercando di giustificarsi spiegando che degli italiani gli avevano portato quei computer per formattarli e che non ne sconosceva la provenienza. Una versione ritenuta dai militari poco credibile sia perché vi erano apparecchi che provenivano da scuole diverse, sia perché vi era un videoproiettore che nulla aveva a che vedere con operazioni di formattazione. Per questo motivo i due ragazzi rumeni sono stati denunciati in concorso per il reato di ricettazione. Dalla visione delle immagini di videosorveglianza di uno dei tre istituti scolastici di Corigliano che hanno subito i furti (per un totale di circa dieci computer) sono stati rintracciati due minorenni.

 

Gli studenti durante l’apertura della scuola sarebbero stati immortalati mentre prendevano dei pc dalle aule nascondendoli all’interno del proprio zainetto. Subito identificati sono denunciati al Tribunale dei Minorenni per furto aggravato in concorso, verosimilmente commissionato da qualche esperto della materia. Tutta la refurtiva, del costo di circa cinquemila euro, è stata quindi restituita ai dirigenti scolastici delle scuole che hanno ringraziato i Carabinieri per il prezioso contributo nel ritrovamento dei computer indispensabili per le attività didattiche. I quattro sono stati tutti denunciati a piede libero per i reati di ricettazione e furto aggravato in attesa di giudizio. Non si esclude che nella vicenda possano essere stati coinvolti altri studenti minorenni.




Impostazioni sulla privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config