ASCOLTA RLB LIVE
Search


Veterinari a scuola per parlare di animali nell’ambiente e nella societĂ 

ParteciperĂ  anche la Guardia di Finanza con la propria unitĂ  cinofila per delle dimostrazioni sull’addestramento dei cani

 

SPEZZANO ALBANESE (CS) – Si concluderĂ  domani, giovedì 15 febbraio il progetto portato nelle scuole e intitolato “L’animale e l’uomo nell’ambiente e nella società” idealizzato e realizzato gratuitamente dai medici veterinari spezzanesi Giovannino Rinaldi e Brunella Luciani. Per l’occasione di questa data, dalle 9.30 presso l’Istituto comprensivo di Spezzano Albanese, parteciperĂ  anche la Guardia di Finanza con la propria unitĂ  cinofila per delle dimostrazioni sull’addestramento dei propri cani. L’appuntamento, infatti, ben si inserisce a coronamento di un percorso formativo che i due medici, coadiuvati dai colleghi Francesca Pellegrino e Pietro Bettarini, hanno offerto ai ragazzi delle scuole arbĂ«reshe partendo dalla necessitĂ  di educare e informare le nuove generazioni sull’importanza dell’animale, della sua gestione, dell’igiene, delle patologie trasmissibili all’uomo e, soprattutto, della prevenzione di alcune di esse, senza tralasciare il ruolo degli animali nella societĂ .

Il tutto, chiaramente, con chiari obiettivi da raggiungere, fra cui prevenire il randagismo, rispettare l’ambiente e far capire l’importanza degli animali nella relazione con l’uomo e la societĂ . Tutto questo è stato fatto in incontri mattutini della durata di circa 2 ore, con degli appuntamenti di dimostrazione pratica che hanno visto i giovani studenti letteralmente coinvolti. Giovedì le unitĂ  cinofile del Gruppo Sibari della Guardia di Finanza completeranno questo percorso formativo anche nella direzione della legalitĂ , dimostrando come l’interazione uomo-animale possa essere utilizzato anche per scopi sociali. Il progetto, infine, ha riguardato anche l’Istituto Omnicomprensivo di Lungro (Firmo, Acquaformosa, San Basile e Frascineto) ed è in atto anche nelle scuole di Terranova da Sibari, Tarsia, San Lorenzo del Vallo e Doria.