ASCOLTA RLB LIVE
Search
terremoto-pollino-mormanno

Terremoto a Mormanno, dopo cinque anni di attesa lunedì inizia la ricostruzione

A cinque anni dal sisma che ha creato notevoli danni il prossimo lunedì iniziano nel centro storico di Mormanno i lavori di ricostruzione.

 

MORMANNO (CS) – Firmato il protocollo d’intesa tra Comune, sindacati e ditte, inizieranno lunedì a Mormanno i lavori per la ricostruzione del centro storico dopo il sisma del 26 ottobre 2012. Quindici milioni di euro complessivi per 17 progetti che permetteranno di far rinascere il centro storico del paese con l’obiettivo di far tornare i cittadini nelle loro case abbandonate dopo la scossa di terremoto. “Il tutto – ha sostenuto il presidente del Parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra – condito da una modalità di operare unica in Italia che assegna, per la prima volta in Italia, al Comune interessato la totalità delle risorse, anche per i privati, e fissa un protocollo d’intesa con sindacati e ditte per la promozione del coinvolgimento della manodopera locale e punta l’attenzione sui tempi certi di realizzazione delle opere e la legalità sui cantieri”.

terremoto mormannoPer il sindaco di Mormanno Giuseppe Regina si tratta di “un giorno di svolta. Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati fin dal nostro insediamento. Voglio dedicare questo risultato a chi si è speso tanto in questi anni perché arrivassimo a questo punto: il mio predecessore Guglielmo Armentano ed il presidente del Parco Domenico Pappaterra. Da lunedì Mormanno si trasformerà in un grande cantiere per la ricostruzione del borgo colpito duramente dal sisma del 2012 che interessò vari comuni del Pollino ma che vide a Mormanno il suo epicentro, mettendo a rischio anche l’esistenza dell’Ospedale civile che fu evacuato. Nel giro di 36 mesi al massimo tutti i lavori dovranno essere consegnati”. “Si apre dunque una fase – ha concluso Regina – in cui tutti gli attori coinvolti dovranno fare la propria parte. Dovremo lavorare in sinergia affinché questi cantieri possano procedere speditamente secondo il cronoprogramma previsto”.