Tenta di violentare una donna facendosi trovare in casa nudo sotto la doccia

SAN NICOLA ARCELLA – Un quarantasettenne originario della provincia di Caserta si è intrufolato furtivamente, senza un’apparente motivazione, all’interno di un’abitazione, tentando di violentare la proprietaria.

La violenza sessuale è stata provvidenzialmente evitata dal tempestivo intervento dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Scalea, coordinati dal tenente Bartolo Taglietti. L’uomo approfittando della momentanea assenza della donna, è entrato in casa, forzando o trovando aperta la porta. Recatosi all’interno dell’abitazione ha pensato bene di raggiungere la camera da letto, di spogliarsi e di infilarsi furtivamente sotto la doccia nel bagno adiacente alla stanza. La donna, era uscita di casa per prendere della legna nel retro dello stabile, ma mentre rientrava in casa la sua attenzione è stata attirata da dei rumori, provenienti dal bagno. A questo punto, la cinquantatreenne, pensando che i rumori fossero provocati dal figlio, rientrato dal lavoro, si dirigeva verso la camera da bagno, dove veniva aggredita dall’uomo che ormai completamente nudo, tentava con veemenza di portarla all’interno della doccia. Fortunanamente la donna, è riuscita a sottrarsi alla morsa dell’aggressore, riuscendo ad attirare l’attenzione di alcuni vicini, che prontamente hanno allertato le forze dell’ordine. I carabinieri giunti pochi minuti dopo a San Nicola Arcella, hanno bloccato immediatamente l’uomo, accompagnandolo al comando dei carabinieri di Scalea, dove il capitano Alberto Pinto ha effettuato tutte le procedure del caso. Successivamente il sostituto procuratore ha disposto il trasferimento presso il carcere di Paola. Il quarantasettenne è ora accusato di tentata violazione di domicilio e tentata violenza sessuale aggravata.