Contrabbando di sigarette in provincia di Cosenza, due arresti e una denuncia

Tre persone sono state sorprese mentre vendevano sigarette di contrabbando in una villa comunale

 

ROSSANO (CS) – Personale della Squadra Volanti e della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di P.S. di Rossano, diretto dal Commissario Capo Giuseppe Massaro, questa mattina ha tratto in arresto due uomini di nazionalità ucraina. Si tratta di B.M. di 40 anni  e K.O. quarantunenne, mentre un terzo uomo di Rossano P.N. di 52 anni è stato denunciato in stato di libertà. I tre sono ritenuti responsabili del reati di possesso e vendita illegali di tabacchi lavorati esteri. Gli arrestati ed il denunciato sono stati sorpresi a bordo di un’auto, nella Villa Comunale di Rossano, mentre vendevano delle stecche di sigarette a delle persone che gli si erano avvicinate. In due doppi fondi, appositamente ricavati sotto la seduta e nello schienale del sedile posteriore dell’auto, sono stati rinvenute alcune decine di stecche di sigarette di note marche tutte sprovviste del prescritto contrassegno di Stato.
 
 
Nel corso delle successive perquisizioni domiciliari, ai tre, sono state rinvenute e sequestrate altre stecche di sigarette per un totale complessivo pari a 15 chili, tutti di contrabbando. Sequestrati inoltre 650 euro in contanti probabile guadagno dell’illecita vendita, l’autovettura utilizzata per il trasporto e lo smercio ed un coltello a serramanico a scatto per il quale non è consentito il porto. Degli avvenuti arresti veniva data notizia al Procuratore Capo Eugenio Facciolla ed al Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Castrovillari. I controlli effettuati dalla Polizia di Stato in tutto il territorio della provincia di Cosenza, predisposti in sede di tavolo tecnico dal Questore della Provincia di Cosenza Giancarlo Conticchio continuano anche per questo fine settimana per la repressione e prevenzione dei reati in genere.