Pensionanto si trasferisce all’estero, ma continua a percepire gli assegni sociali

ACQUAPPESA (CS) – Per nove anni ha incassato regolarmente i sussidi pur non vivendo in Italia.

Accurate indagini condotte dai militari delle Fiamme Gialle di Cetraro hanno consentito di scoprire un pensionato con fissa dimora all’estero ma con residenza nel Comune di Acquappesa resosi responsabile di truffa ai danni dello Stato. L’uomo non aveva comunicato all’Inps l’avvenuta emigrazione all’estero mantenendo, così, il fittizio indirizzo anagrafico. Tutto questo per continuare a percepire indebitamente gli assegni sociali erogati dall’ente pensionistico dall’anno 2003 all’anno 2012. L’uomo è accusato di condotta fraudolenta questa per la quale il pensionato è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Paola. Sulla base degli accertamenti svolti dai militari della Guardia di Finanza, la competente Autorita’ Giudiziaria ha emesso un decreto di sequestro preventivo per equivalente per un importo pari a 31.705,48 euro. In attuazione di tale provvedimento i finanzieri hanno sottoposto a sequestro un immobile ubicato in Acquappesa nonché il saldo attivo del libretto di risparmio entrambi intestati al pensionato.