A Cetraro le rondini partono per il sud e ora si può abbattere la Chiesa

CETRARO (CS) – Era stato il sindaco Aieta a bloccare l’abbattimento della Chiesa per dare la possibilità alle rondini che vi avevano trovato casa, di poter arrivare al giorno della migrazione.

Le rondini ora ripartono verso il sud e perciò ora si può abbattere la chiesa. La singolare storia era iniziata qualche mese fa e il sindaco del centro del tirreno cosentino, era intervenuto a salvaguardia delle rondini. Quella vecchia chiesa poteva aspettare perchè nel sottotetto avevano trovato rifugio molti gruppi di rondini. Aieta, che e’ anche assessore all’Ambiente della Provincia di Cosenza, aveva annunciato che i lavori sarebbero potuti proseguire alla partenza delle rondini. “Abbiamo esperito l’ennesimo sopralluogo per verificare che i rondinini avessero spiccato il volo – dice Aieta – abbiamo verificato, unitamente al Corpo Forestale dello Stato, che i nidi sono stati abbandonati. Nella stessa giornata abbiamo richiesto la ripresa dei lavori di demolizione della vecchia chiesa per fare spazio ad una vasta area verde che colleghi la piazzetta San Marco con il mare”, afferma ancora il sindaco in una nota. “A breve pubblicheremo il progetto della chiesa che costruiremo e del lungomare – aggiunge il sindaco – quest’ultima opera sara’ interamente pedonale e intensamente alberata”.