ASCOLTA RLB LIVE
Search
Paola stazione treni ferrovie

Ferrovie, a rischio 100 posti di lavoro. Domani incontro al dopolavoro di Paola

Il rischio è concreto: cento dipendenti ferroviari rischiano di perdere il posto di lavoro. A Paola, l’allarme è stato lanciato dal Comitato di Salute pubblica e subito si stanno muovendo le sigle sindacali.

 

PAOLA (CS) – Uil Trasporti e Fit Cisl, hanno già indetto per domani pomeriggio alle 17.30 un incontro per discutere della paventata possibilità che cento persone, dipendenti delle Ferrovie, perdano il loro posto di lavoro, andando ad aggravare una crisi occupazione che in Calabria sembra crescere di giorno in giorno. In particolare il futuro occupazionale è a rischio per la decisione di chiudere l’officina Imc. Una problematica già affrontata dal precedente presidente della Provincia, Di Natale, e che ora rischia di ‘concretizzarsi’.

Nell’impianto di Paola, infatti, lavorano 10 unità e collegati all’attività dell’officina ci sono otto addetti manovra e cinque addetti verifica. Poi sono impiegati anche il personale di pulizia dei treni e gli uffici della Manutencop per un totale di 50 persone che lavorano tra la stazione di Paola e l’officina.  Al rischio per questi 50 lavoratori si aggiunge anche quello di altri 50 circa dipendenti, che operano come macchinisti  e capitreno, il cui futuro è a rischio. Per domani intanto è stato convocato un nuovo incontro per tenere alta l’attenzione su questi cento posti di lavoro seriamente a rischio.