Arrestato corriere sorpreso sulla SS 106 con un quintale e mezzo di marijuana

MONTEGIORDANO (CS) – Ricco bottino per il comando della Guardia di Finanza di Montegiordano.

I controlli serrati che i militari da tempo svolgono sull’asse che collega la sibaritide a Puglia e Basilicata hanno èprtato ieri al sequestro di un ingente quantità di cannabinoidi. Si tratta di 165 chili di marijuana trasportati con un furgone sulla statale 106. Alla guida del mezzo, un ventisettenne di San Luca, P. G., incensurato. Il giovane a seguito della perquisizione condotta sulla vettura da parte delle fiamme gialle è stato tratto in arresto e tradotto, dopo le formalità di rito presso la casa circondariale di Castrovillari in attesa di giudizio. All’interno del furgone erano stato occultato oltre un quintale e mezzo di marijuana pressato e confezionato in 138 panetti. Lo stupefacente, immesso nel mercato, avrebbe fruttato circa un milione e 600mila euro. Le autorità dovranno ora indagare se il presunto corriere sia affiliato a qualche consorteria criminale, se abbia prestato ‘servizio’ per qualcuno, da dove proviene e a chi era destinata la droga.