Recidono gli alberi del Parco del Pollino per farvi strade abusive

GRISOLIA (CS) – Due denunce per abusivismo nel Parco nazionale del Pollino.

A seguito di controlli effettuati dal Comando Stazione di Grisolia nelle due persone sono state deferite all’autorità giudiziaria per aver effettuato alcuni lavori senza le dovute autorizzazioni previste. Il primo sequestro è avvenuto nelle scorse settimane in località “Cocuzzo” del Comune di Grisolia, in zona “2” del Parco Nazionale del Pollino, dove un uomo del luogo si è reso protagonista con l’ausilio di un mezzo meccanico dell’apertura di una pista di circa 90 metri usata per l’esbosco di materiale legnoso. Tale attività è stata fatta senza alcuna autorizzazione e nullaosta previsti . La zona interessata è sottoposta a vincolo paesaggistico. Nei giorni scorsi un ulteriore sequestro è avvenuto sempre nel comune di Grisolia ma in località “Monticello”. Un uomo del luogo, sprovvisto anch’esso delle dovute autorizzazioni previste dalla normativa ha realizzato in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e ambientale uno sbancamento in un terreno boscato per realizzare sullo stesso una platea di cemento. Accertato il reato si è provveduto al sequestro dell’area e ad elevare verbale amministrativo all’interessato.