Sequestrati nel cosentino 40 chili di novellame

Era distribuito in sette cassette conservate in una Fiat Multipla. Ora è stato devoluto in beneficenza. Il ritrovo grazie ad un usuale controllo sulla S.S. 18

CETRARO (CS) – La Guardia Costiera della cittadina tirrenica, grazie alla collaborazione del personale del Distaccamento della Polizia Stradale di Scalea, ha posto sotto sequestro più di quaranta chili di novellame di sarda (Sardina Pilchardus).

Il ritrovamento è avvenuto a seguito di un controllo nel Comune di Bonifati. Gli agenti della Stradale hanno fermato un cittadino della costa ionica cosentina alla guida di una Fiat Multipla e, dopo aver constatato la presenza del novellame, hanno chiesto l’intervento della Guardia Costiera che, intervenuta sul posto, ha accertato che si trattava di novellame di sarda pescato illegalmente, soprattutto in questo periodo dell’anno. Ha predisposto così le verifiche di rito dei veterinari dell’Azienda Sanitaria Provinciale. E, giunti dopo pochi minuti, gli Ufficiali di P.G. hanno proceduto al sequestro del prodotto ed elevato, in base alla normativa vigente, un verbale nei confronti del detentore. Tale condotta, infatti, secondo le nuove regole, è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria che varia tra 1.000 e 75.000 euro.

Il novellame sequestrato è stato ritenuto idoneo al consumo umano e, pertanto, immediatamente devoluto in beneficenza per la mensa per i meno abbienti del Comune di Belvedere Marittimo.