Prete ucciso a Sibari, perizia psichiatrica per il presunto omicida

CASSANO ALLO JONIO (CS) – Il perito sarà chiamato a valutare le capacità cognitive del presunto omicida Nelus Dudu.

Si dovrà accertare se le sue condizioni sono compatibili con la detenzione carceraria o se, invece, è necessaria l’applicazione di una misura di sicurezza alternativa. Dunque il romeno di 26 anni, ritenuto il responsabile dell’uccisione di padre Lazzaro Longobardi, sarà sottoposto a perizia psichiatrica. La decisione è stata presa dal gip del Tribunale di Castrovillari, Annamaria Grimaldi, che ha accolto la richiesta di incidente probatorio e di nomina di un consulente, avanzata dal sostituto Procuratore della Repubblica Vincenzo Quaranta che coordina le indagini sull’uccisione del sacerdote, avvenuta nel cortiletto adiacente la casa canonica della chiesa di San Giuseppe di Sibari, dove viveva. L’incarico verrà conferito il prossimo 30 aprile. Padre Lazzaro, è stato ucciso con tre colpi di spranga alla testa (di cui due inferte da dietro).