Meteo Cosenza, sabato instabile con piogge sparse. Ma carnevale sarà bello e mite - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Previsioni meteo Cosenza, provincia e Calabria

Meteo Cosenza, sabato instabile con piogge sparse. Ma carnevale sarà bello e mite

Avatar

Pubblicato

il

Una perturbazione nord Atlantica scivolerà velocemente verso sud, provocando per oggi rovesci sparsi un pò ovunque. Ma domenica si rafforzerà nuovamente l’anticiclone che garantirà tempo stabile e mite per diversi giorni

.

COSENZA – Il possente campo di alta pressione che per settimane ha interessato mezza europa, portando anche temperature primaverili, ha oramai lasciato il passo al flusso di correnti atlantiche. I primi effetti si sono avuti in queste ultime ore con l’arrivo di un fronte freddo che dopo aver attraversato l’Italia, questa mattina lo ritroviamo sulle regioni meridionali e sulla Calabria, dove dalla notte sono arrivati i primi rovesci sparsi e qualche acquazzone in un contesto comunque non freddo. Cieli grigi nella giornata di oggi, dunque, alle piogge saranno associati anche locali temporali. Ma si tratterà di un peggioramento poco incisivo e molto veloce tanto che già da domani, giorno di Carnevale tornerà a splendere il sole ovunque con l’alta pressione che proverà nuovamente ad allungarsi verso il Mediterraneo. Solo il nord Italia rimarrà esposto alle perturbazioni mentre sulla Calabria sole e temperature miti ci accompagneranno per diversi giorni. 

Per QuiCosenza le previsioni meteo per il weekend e la prossima settimana a cura del Colonnello Mario Giuliacci

 

 

Calabria

Arriva l’estate settembrina. Da metà settimana colpo di coda estivo sulla Calabria

Da metà settimana aria calda dal di matrice sub tropicale porterà ad un vero e proprio colpo di coda estivo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Dopo una settimana caratterizzata da temperature quasi autunnali, accentuata instabilità atmosferica, temporali e rovesci intensi (che hanno causato anche allagamenti e disagi sui versati jonici della Calabria), ecco arrivare il colpo di coda estivo. La cosiddetta “estate settembrina”, contraddistinta da condizioni climatiche da tarda estate, che ci terrà compagnia fino alla fine della settimana. Tempo stabile, anticiclone in ulteriore rinforzo e alimentato da correnti calde di origine africana che porteranno le temperature ben al di sopra delle media stagionali con picchi anche di 35 gradi nelle zone interne tra giovedì e venerdì. Si tratterà di un vero e proprio colpo di coda estivo che interesserà le regioni centrali e meridionali mentre il Nord sarà alle prese con una perturbazione Atlantica.

Fino a domani, la presenza di un campo di alta pressione, garantirà un clima tipicamente estivo e gradevole ma senza eccessi. Da mercoledì 15 le cose cambieranno: al Nord si avvicinerà una perturbazione atlantica che fino a giovedì porterà condizioni di forte instabilità che si presenterà sotto forma di rovesci temporaleschi su molte regioni. Al Sud e su parte del Centro, invece, salirà dal Nord Africa l’anticiclone sub-tropicale che comincerà a surriscaldare il clima a partire dalla Sardegna per poi spoistarsi verso Est interessando anche la Calabria. Le temperature torneranno a misurare valori massimi anomali per il mese di settembre. Questa situazione potrebbe durare fino alla fine di questa settimana, quando dall’Atlantico giungerà una nuova e più intensa perturbazione che nel corso del weekend potrebbe colpire quasi tutta l’Italia.

Continua a leggere

Calabria

Ultime ore di caldo. Ecco finalmente l’aria fresca e (forse) anche un pò di pioggia

L’aria fredda Nord-Atlantica si spingerà verso Sud a metà di questa settimana, spazzando via gli ultimi refoli di caldo

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Gli ultimi dieci, interminabili, giorni dominati dal rovente anticiclone africano, con un clima torrido e una cappa di afa e umidità insopportabile e da temperature quasi da record, stanno per lasciare il passo ad un deciso cambio di rotta con l’arrivo di aria fresca da nord che porterà finalmente al tanto agognato e netto calo termico. Calabria e Sicilia saranno le due uniche regioni dove ancora per oggi e domani si sentiranno gli ultimi effetti dell’anticiclone africano, che dopo aver colpito anche il centro e il Nord Italia (punte di 40 gradi in Toscana) adesso ha i suoi massimi pressori tra il Marocco e la Spagna. L’aria fredda Nord-Atlantica si spingerà definitivamente verso Sud a metà di questa settimana, spazzando via gli ultimi refoli di caldo rovente. Torneremo così ad avere un clima decisamente più accettabile e sopportabile, con temperature massime intorno ai 35 gradi e minime sotto i 20 gradi.

Non solo, il contrasto tra le due masse d’aria porterà inevitabilmente alla formazione di rovesci e temporali anche di forte intensità, che faranno sentire i loro effetti principalmente lungo tutto l’arco Alpino e l’Appennino centrale. Verso la fine di questa settimana, l’instabilità scivolerà anche verso sud, alimentata dall’afflusso d’aria sempre più fresca. Piogge e rovesci potrebbero così interessare anche le zone interne e montuose della Calabria, soprattutto nelle ore più calde. Il tutto con una ventilazione da nord/ovest e moto ondoso in deciso aumento. Più avanti l’anticiclone proverà ad allungarsi nuovamente sul Mediterraneo, riportando condizioni di meteo stabili ma con un clima ancora gradevole e senza picchi di caldo intenso.

Continua a leggere

Calabria

Caldo infernale, ecco la lingua di fuoco che dal Sahara ha raggiunto la Calabria

Anche la giornata di oggi sarà di fuoco per il Sud Italia dove si rischia di battere il record di temperatura più alta mai registrato

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Temperature estreme soprattutto sui versati orientali della Sicilia (la zone di Catania e Siracusa) , dove ieri le temperature erano vicine ai 47 gradi. Ma anche in Calabria non si è scherzato con punte di 45 gradi nel reggino e di 44 gradi nelle zone interne del cosentino. La Calabria assediata dagli incedi, deve fare i conti anche con l‘ennesima soffocante ondata di caldo africano che proseguirà per almeno altri due giorni prima di un miglioramento atteso a partire dalla serata di giovedì ma più in particolare nel fine settimana quando si tornerà ad un clima decisamente più accettabile.

L’anticiclone africano proprio in queste ore ha raggiunto la sua massima espansione verso nord-est, con una lunga scia infuocata che dal deserto del Sahara, nel cuore dell’Algeria e della Tunisia, ha raggiunto le estreme regioni meridionali (Calabria, Sicilia su tutte) e la Sardegna con temperature quasi da record. Il vasto e robusto promontorio anticiclonico subtropicale sta pompando aria caldissima in quota verso il Mediterraneo, non certo abituato a questo tipo di clima infuocato. Caldo in montagna, clima rovente in pianura anche di notte.

E domani la fornace africana non risparmierà nemmeno il Centro e il Nord Italia in quella che sarà la settimana più calda dell’estate 2021. Anche la giornata di oggi sarà di fuoco per il Sud Italia dove si rischia di battere il record di temperatura più alta mai registrato (1999 a Catenanuova, provincia di Enna, 48,5 gradi). Proprio sulla Sicilia sudorientale si potrebbero toccare i 48-49 gradi. Clima rovente anche sul resto del Meridione con 39-42 gradi in Calabria, Puglia, Basilicata, Campania (casertano).

 

 

Continua a leggere

Di tendenza