Alternativa al cibo? “Polvere giallastra”

WASHINGTON – Strane alternative al cibo, considerato come perdita di tempo e soprattutto di soldi. Allora, di cosa nutrirsi? Polvere! 

Cucinare è una fatica troppo grande e di questo ne è estremamente convinto un ingegnere 24enne di Atlanta, Georgia, Rob Rhinehart che ha deciso di sostituire i normali pasti quotidiani ad alcune ‘polveri’ da sciogliere in acqua. Insomma, invece di andare dal supermercato e prepararsi una bella insalata, Rob ha scelto di bere una sorta di sbobba giallastra insapore e inodore che pero’ contiene tutti i principi nutrizionali di cui ogni essere umano ha bisogno per sopravvivere. Questa sorta di cocktail beige, un po’ triste, l’ha chiamata Soylent. Come scrive un sito americano, Vice, questo anomalo inappetente assicura che la sua bevanda racchiude in se vitamine, proteine, carboidrati, insomma tutto per sopravvivere.