Gli amici fanno bene, anche alla salute

Si è sempre sostenuto che avere una soddisfacente vita sociale può solo fare bene, ma forse non si è mai capito che i benefici ci sono anche a livello psico-fisico.
A sostegno di questo “principio” arriva, ora, una ricerca promossa dal National Child Development Study e pubblicata sul “Journal of Epidemiology and Community Health”, che ha poi sottolineato quanto sia importante avere numerosi amici, ma soprattutto da frequentare spesso!
E questa “prescrizione” vale, in particolare, per gliuomini over-40, che purtroppo, almeno stando ai dati raccolti, possono correre il rischio di scivolare lungo la ripida (e pericolosa) discesa verso la depressione.
L’analisi si è svolta su un campione di oltre 6.500 abitanti del Regno Unito (tutti nati nel 1958) e si è concentrata su alcuni momenti specifici della loro vita, ovvero quando avevano 42 o 45 o 50 anni.
Dai 45 anni in poi, 1 ogni 7 partecipanti ha dichiarato di non avere più mantenuto molti contatti con i familiari (se non con quelli più “stretti”) e circa 1 su 10 ha dichiarato di non avere “veri” amici.
Invece, 4 su 10 (e 1 ogni 3 donne) hanno detto di poter contare su più di 6 amicizie da frequentare “regolarmente”.
Le donne, soprattutto dopo i 50 anni, si sono dimostrate più “felici” degli uomini nell’avere una vita sociale, mentre quest’ultimi pare si concentrino di più sulle relazioni familiari.
Tra i fattori principali che riducono la rete di amicizie c’è la condizione di single.
Ancora: le donne preferiscono gli amici ai parenti perché, spesso, i familiari creano molta pressione sulle stesse, mentre i conoscenti tendono a sostenerle quasi in “qualunque” caso…
Che sia forse il caso, per i signori, di iniziare a prendere esempio dal gentil sesso?