Trasforma i pasti in “rituali” alimentari disintossicanti

Per sentirti più leggera, più sgonfia, ma anche solo per stare meglio nel tuo corpo, basta cambiare qualche abitudine alimentare che aiuti a liberarti dalle tossine. Giorno dopo giorno raggiungerai l’obiettivo detox, oltre a sentirti carica di energia. Questi piccoli accorgimenti dietetici inoltre miglioreranno la digestione e ti faranno ritrovare una pelle di pesca e dei capelli di seta. Non è necessario stravolgere il tuo menu per sempre, ma solo per 3 settimane circa.

 

COLAZIONE – Attenzione: brioche e cappuccino. La prima contiene grassi vegetali che aumentano il colesterolo cattivo; il secondo rallenta la digestione, a causa dell’abbinamento di latte e caffè. Alternativa: tortino di mele e latte di soia. La frutta apporta fibre che saziano senza appesantire. In più contiene potassio che drena i liquidi in eccesso. La soia invece contiene grassi polinsaturi che proteggono l’apparato cardiovascolare. Il caffè e la soia si digeriscono facilmente perché non c’è il lattosio.

 

PRANZO – Attenzione: pane arabo, pancarré e focacce Alternativa: pane di grano duro o semola rimacinata Questo tipo di pane se è ben cotto richiede più masticazione e ti sazia. È perfetto con salumi o formaggi insieme a verdure. L’ideale sarebbe alternare il pane bianco con quello integrale.

 

CENA – Attenzione: affettati in busta, compreso il tacchino, formaggi stagionati, tonno al naturale e cibi in scatola, sughi e piatti pronti. Questi alimenti sono ricchi di additivi e conservanti. Alternativa: surgelati e vegetali freschi. In mancanza di verdure fresche, quelle conservate sotto zero sono senz’altro più genuine di altri prodotti. Se non riesci a rinunciare ad affettati e cibi in scatola, aggiungi vegetali o frutta: il potassio, di cui sono ricchi, riduce la ritenzione idrica causata dal sale.

 

SPUNTINO – Attenzione: caffè e cioccolata. La caffeina ti ricarica immediatamente, ma viene ben presto assorbita. Da qui il desiderio di bere sempre più tazzine. Con effetti collaterali come agitazione e mal di testa. Stessa cosa accade per il cioccolato: i suoi zuccheri vengono ben presto metabolizzati. Inizialmente stai benissimo, ma poi ritorni fiacca. Alternativa: tè e “finto cioccolato”. Il primo è ricco di tannini, sostanze particolari che rallentano l’entrata in circolo della caffeina, garantendo così un effetto tonificante di lunga durata. Per “finto cioccolato” si intende la crema spalmabile a base di carruba, dal sapore buonissimo simile al cacao: è una sostanza energizzante e tonica, ma priva di zuccheri. La trovi anche sotto forma di tavolette o praline. Nei negozi bio e di cibi naturali.

 

BEVANDE – Attenzione: succhi zuccherati. Introducono calorie vuote, cioè che non verranno consmate ma che appesantiranno la linea. Alternativa: acqua aromatizzata o tè freddo La prima contiene fruttosio e aromi naturali. Ha pochissime calorie e ti disseta con gusto. Il tè freddo? Meglio sceglierlo privo di zucchero.