Basta botox e plastica: spopola il “lifting del vampiro”

E’ chiamato il “lifting del vampiro” ed è la nuova trovata che sta spopolando tra le donne. Gli effetti indesiderati di botox e dei succedanei della plastica hanno impaurito e fatto desistere molte delle donne che volevano un ritocchino al loro volto. Per questo i chirurghi estetici e i loro collaboratori sono arrivati a sperimentare prima e ad applicare poi una nuova terapia. In poche parole, anzichè immettere nel volto dei materiali estranei all’organismo, iniettano il sangue della stessa paziente. I medici estraggono il sangue dal braccio delle pazienti lo inseriscono in un macchinario per separare le piastrine e poi lo reimmettono nelle zone in cui si vogliono togliere gli inestetismi. Infatti il sangue contiene delle sostanze autoriparatrici e, se estratte e concentrate,  consentono alla pelle il ringiovanimento tanto desiderato. Negli Stati Uniti ormai i trattamenti sono diffusi nelle principali cliniche ed ora stanno approdando nel nostro continente. I costi si aggirano tra i 400 e i 1500 euro a trattamento. Reza Nassab, uno dei portavoce della clinica Bassim Matti’s ha detto: “il 60% delle donne che ha avuto i nostri trattamenti è molto soddisfatto mentre per il restante 40% che non ha raggiunto i risultati sperati, stiamo studiando un nuovo trattamento con una più alta concentrazione di piastrine”. Studi medici hanno verificato che iniettare sangue trattato porta ad un’alta concentrazione di fibre di collagene che migliorano la qualità della pelle.