Noah, cucciolo che sorride sempre. Ricoverata per Covid rivede il cane e migliora

Vi presentiamo Noah, un cucciolo di circa un anno che sorride sempre. Si trova al canile di Mendicino. La storia di questa settimana è legata al Covid e al grande aiuto dei 4 zampe

 

Noah

E’ definito dalle volontarie un cucciolo che sorride sempre. Ancora un po’ diffidente con la corda e il guinzaglio ma solo perchè ancora è giovanissimo. Noah ha circa un anno, pesa 18 chili ed è una taglia medio contenuta. E’ affettuoso e giocoso e compatibile con i suoi simili. La sua, è una richiesta di emergenza, perchè non gli resta molto tempo prima che venga trasferito nel mega canile. Per questo motivo lanciamo il suo disperato appello, nella speranza che il suo sorriso dirompente nel cuore di una famiglia che lo porti a casa per sempre. Verrà affidato con iter sanitario terminato e previo controllo arriva in tutta Italia.

ASCOLTA la rubrica di questa settimana

Anziana in ospedale per Covid chiede di rivedere il cane e si sente meglio

Era ricoverata da una decina di giorni a causa del Covid in ospedale ad Arezzo, un’anziana 80enne che soffriva molto, anche per la lontananza dal suo cagnolino, un barboncino di nome Whiskey. Così ha chiesto ai sanitari se era possibile rivederlo. Il personale sanitario dell’ASL ha esaudito il suo desiderio. Whiskey è arrivato nel reparto di pneumologia dell’ospedale San Donato, con tutte le precauzioni. “L’arrivo del cagnolino ha sicuramente migliorato l’aspetto psicologico della paziente che – ha spiegato il dott. Scala, il direttore del reparto – sarà una coincidenza, ha avuto anche un miglioramento sul fronte clinico”.