Sebastian, un signor cane. Titus, “devo portarti in canile ma verrò a riprenderti”

Sebastian è un cane grande e altrettanto dolce ed educato. Questa settimana la storia di Titus e del suo padrone costretto a lasciarlo per un periodo in canile, ma non poteva vivere senza di lui

 

Sebastian

E’ davvero un signor cane. Si trova al canile sanitario di Donnici ed è entrato in canile in emergenza perchè era ferito. Bellissimo, candido, puro è stato subito sottoposto alle cure necessarie ed ora è risorto. Sebastian è un maschio, taglia grande, nato presumibilmente a novembre 2017, molto socievole ed affettuoso con le persone, è alla continua ricerca di contatto umano ed ha imparato anche ad andare al guinzaglio. Non mostra segni di intolleranza con i suoi simili ma è consigliato l’affiancamento ad una femmina.

ASCOLTA la rubrica di questa settimana su Rlb

Costretto a lasciare Titus in canile promette di tornare a riprenderlo

Il padrone di Titus è stato costretto a lasciarlo in canile. Lewis Jimenez nel 2013 ha adottato Titus all’Austin Animal Center, il canile della città di Austin in Texas. Titus, un giovane pit bull di 2 anni aveva finalmente trovato il padrone della sua vita. Tra i due è nato un legame unico fino a quando l’azienda di Jimenez ha inviato una comunicazione per cui non poteva più tenere il cane nella sua abitazione destinata ai dipendenti. Un vero e proprio colpo: non poteva rischiare di perdere il lavoro ma neanche il suo amato amico a 4 zampe. Per un periodo perciò è stato costretto ad affidare Titus alle cure dello stesso canile in cui lo aveva preso ma con una promessa: “tornerò a prenderlo”.

Titus ha subito risentito però della mancanza del suo amico a due zampe, era stressato e molto triste. A distanza di quattro lunghi mesi però, come promesso, Jimenez è tornato a riprendere il suo Titus ed è stata una gioia enorme. Ce l’ha messa tutta e alla fine è tornato dal suo amato cane. E ora nella nuova casa, Titus ha un giardino dove correre ma soprattutto l’amore che non è stato tradito come invece, troppo spesso capita nei nostri canili.