ASCOLTA RLB LIVE
Search

Nonno Roberto, una speranza anche per lui. Il “dottor Griffin” si laurea con Brittany

Questa settimana la rubrica Quilazampa presenta Roberto, anziano sì ma con tanta voglia di vivere e di essere coccolato. Inoltre racconta la storia di Griffin, un golden retriever al quale è stata conferita la laurea ad honorem insieme alla sua padroncina Brittany

 

‘Nonno’ Roberto

“Nonno roby usciamo? è una bella giornata… Rooooo usciamo”; Eh si, nonno Roberto è un duro d’orecchie ma poi pur di uscire da quel box dove sta trascorrendo la sua vecchiaia accoglie l’invito delle volontarie. Quanto sarebbe bello se qualcuno decidesse di ‘invitarlo’ in una casa per trascorrere gli ultimi anni della sua vita al calduccio. Roberto è il nonno del canile di Donnici, il più anziano all’interno della struttura. Come essere umano avrebbe più di 90 anni dicono i dottori. E noi vorremmo dare torto a quelli che dicono che un cane anziano non è desiderato perchè Roberto è così amorevole, dolce, buono e non si è mai troppo vecchi per dare e ricevere amore. Nonno Roberto 13 anni ed è un simil maremmano dolcissimo.

ASCOLTA la rubrica di questa settimana con Teresa Capocasale su RLB

 

Laurea ad honorem a Griffin, il fedele amico di una studentessa disabile

La Clarkson University di New York ha premiato il golden retriever di 4 anni, Griffin “per la sua dedizione” ed ora sarà possibile chiamarlo “Dottor Griffin” perchè gli è stata riconosciuta la Laurea ad honorem, con tanto di tradizionale cappello nero. Tutto questo per essere stato sempre al fianco della 25enne Brittany Hawley nel suo percorso di studi per un master in terapia occupazionale alla Clarkson University di New York. Brittany ha voluto che Griffin fosse presente alla cerimonia nel corso della quale anche lui ha ricevuto un diploma per aver “dimostrato uno sforzo straordinario, un impegno costante e una dedizione totale per il benessere e il successo dello studente”, si legge nelle motivazioni del riconoscimento. Brittany è una ragazza che deve usare una sedia a rotelle per spostarsi e soffre di dolori cronici.

“Ho insistito perchè si laureasse anche lui sin dal primo giorno, ha fatto tutto quello che ho fatto io”, ha spiegato la giovane. Il suo golden retriever è insostituibile: l’aiuta ad aprire le porte, ad accendere le luci e le porta gli oggetti che lei gli indica con un puntatore laser. Ma non si limita a questo, lui è anche vicinanza, conforto e amore per una persona che vive ogni giorno tra dolori senza tregua, che causano depressione e ansia.

Addio Gino, il primo cane super poliziotto di Bari

«Gino» è stato il primo poliziotto a quattro zampe che ha permesso l’istituzione della squadra cinofila della Polizia a Bari, recentemente scomparso. A dirgli addio soprattutto Aldo Dammacco, il 36enne assistente capo (per merito di servizio) della Polizia in servizio presso il Nucleo cinofili della Polizia e al tempo stesso figlio d’arte (il papà Tommaso è in congedo dalla Polizia). Gino era un bellissimo esemplare di labrador irlandese con poco meno di 12 anni di età  che Aldo aveva adottato dopo la sua riforma dal servizio avvenuta circa due anni fa.

Se vuoi scriverci per chiedere informazioni sui cani da adottare: [email protected] (nell’oggetto indicare “Qui la Zampa“); Se invece vuoi adottare i cani, il giorno delle adozioni in canile a Donnici è il GIOVEDI’. Le adozioni al canile sanitario in contrada Acquafredda di Mendicino (Cs) invece, si possono effettuare di LUNEDÌ dalle 9:30 alle 12:30

Numeri utili per informazioni e/o adozioni

Letizia 327 636 2179
Maria Giulia 334 354 2780
Teresa 348 134 3975
Nadia 389 051 7756
Maria Francesca 3917348381

 LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI della rubrica “Qui la Zampa”