Decennale scomparsa Gaber, Napoli gli dedica tre eventi

NAPOLI – Una mostra con immagini e interviste, uno spettacolo teatrale e un concerto dedicato alle scuole. Con questi tre momenti Napoli ricorda Giorgio Gaber a dieci anni dalla

sua scomparsa. Gli eventi rientrano nel cartellone del teatro Trianon che, dopo il Festival di Viareggio, apre le manifestazioni dedicate al ‘signor G’, che si concluderanno a Capodanno, data in cui Gaber si spense in provincia di Lucca.
  Si parte il 20 novembre con la mostra ‘Qualcuno era Giorgio Gaber’, che si rifa’ a quella realizzata nel 2003 dalla fondazione dedicata al cantautore milanese per raccontare i suoi 40 anni di attivita’. Oggi l’esposizione si arricchisce di nuovi contributi e si articola in due sezioni, una con le foto, i testi, le interviste e le recensioni, l’altra con alcuni primi piani ‘rubati’ durante le sue esibizioni al Piccolo di Milano. Il giorno dopo il Trianon ospitera’ l’incontro-spettacolo dal titolo ‘Gaber se fosse Gaber’, scritto e interpretato dal giornalista Andrea Scanzi; 90 minuti per raccontare il percorso artistico di Gaber e del coautore Sandro Luporini, mentre sullo sfondo scorreranno immagini e video messi a disposizione dalla fondazione o preparati per la serata. L’ultimo omaggio andra’ in scena il 3 dicembre con ‘Le scuole napoletane incontrano Gaber’. In mattinata la figura del cantautore sara’ presentata agli studenti, mentre in serata il palcoscenico sara’ tutto per i giovani artisti selezionati dal Trianon e dalla fondazione. Il direttore artistico del teatro, Giorgio Verdelli, considera perfetta la scelta del “teatro della musica per eccellenza per ospitare chi ha reso una forma d’arte il teatro-canzone”, mentre il presidente della fondazione, Paolo Dal Bon, ricorda come le sue ultime esibizioni a Napoli siano state “prorompenti, soprattutto per il piacere che Gaber aveva di esibirsi qui e per il rapporto che aveva con il suo pubblico”. (AGI)