Uomini e donne vedono in modo diverso

Uomini e donne vedono in modo diverso: i maschi hanno una sensibilità maggiore verso dettagli e soggetti in movimento, mentre le donne vedono meglio i colori. Tutto si deve all’ormone maschile, il testosterone. E’ quanto emerge dalla ricerca pubblicata sulla rivista Biology of Sex Differences, della City University di New York.

Nel cervello, spiegano i ricercatori, vi sono alte concentrazioni di recettori dell’ormone maschile, il testosterone, specialmente nell’area della corteccia che è responsabile di processare le immagini. Gli ormoni maschili sono anche responsabili di controllare lo sviluppo dei neuroni nella corteccia durante la formazione dell’embrione, con la conseguenza che i maschi avrebbero il 25% in più di questi neuroni rispetto alle femmine.
Per questa ragione i rispettivi centri visivi del cervello funzionano in modo diverso.

Per arrivare a tale conclusione, i ricercatori hanno confrontato il sistema visivo di ragazzi e ragazze dell’età di 16 anni e con una vista normale. Ai volontari sono state sottoposte immagini colorate ed è stato chiesto loro di descrivere i colori che vedevano, in tutto lo spettro visivo.
Per misurare la sensibilità della vista ai contrasti, i ricercatori hanno poi mostrato ai volontari immagini con barre chiare e barre scure: quando le barre chiare e scure venivano alternate l’immagine appariva tremolante, come in movimento.

E’ stato evidente così che uomini e donne vedono in modo diverso: gli uomini, sottolineano gli autori della ricerca, dovrebbero avere una capacità di vedere lunghezze d’onda leggermente più ampie per sperimentare la stessa tonalità viste delle donne. Gli uomini invece si sono dimostrati più abili a cogliere i dettagli delle barre in movimento. ”Come per altri sensi, ad esempio udito e olfatto, ci sono marcate differenze nel sistema visivo di uomini e donne”, osserva il coordinatore del lavoro, Israel Abramov. ”Gli elementi del sistema visivo che abbiamo misurato – aggiunge – sono determinati da impulsi provenienti da specifici gruppi di neuroni situati nella corteccia visiva. Dal momento che lo sviluppo dei neuroni in questa area è guidato dal testosterone, suggeriamo che quest’ormone maschile possa giocare un ruolo di primo piano nella genesi delle differenze fra i centri visivi di uomini e donne”.