Tavola, la finocchiona batte la soppressata

ROMA – A tavola vince la Toscana, terzo posto per i salumi calabresi. Nel testa a testa tra specialità regionali che ha caratterizzato il campionato italiano del salame, organizzato dall’Accademia delle 5T, movimento culturale che raccoglie aziende produttrici di tipicità, l’ha spuntata la cinta senese con la finocchiona

prodotta dall’azienda agricola Semplice Praticino di Arezzo. Nella corsa al titolo- informa una nota degli organizzatori che premieranno i vincitori nell’ambito della Fiera salumi formaggi della tradizione italiane che si svolge a Roma dal 15 al 17 settembre al Salone delle Fontane/Eur – si sono distinti i prodotti a base di suino nero. Oltre alla cinta senese al primo posto, troviamo infatti il suino nero di Calabria al terzo posto assoluto e al primo tra le soppressate del Sud e, cosa davvero sorprendente, il Nero di Parma al primo tra i salami dolci e magri del Nord. Ma il Pelatello casertano ha rasentato un premio e i maiali neri abruzzesi, di razze miste, hanno ottenuto eccellenti posizioni. Altrettanto sorprendente è stata proprio la vittoria di una finocchiona di Cinta senese: questa razza, infatti, dà carni molto buone per il consumo fresco e per eccezionali prosciutti, lardi, guanciali, ma non è adatta a un prodotto di carne macinata a causa del tipo di grasso, tant’è vero che quasi tutti i salami di cinta in commercio hanno additivi. Invece – proseguono gli organizzatori – Il settimo anno del campionato del salame ha confermato la tendenza degli anni precedenti: sempre più aziende riescono a fare a meno anche del salnitro, unico additivo consentito dal concorso. Ecco i risultati finali: Primo assoluto: Finocchiona, Società Agricola Semplice Praticino (AR) Secondo assoluto: Ventricina di Guilmi, Az. Agr. La Noce di Ferrara Linda (CH) Terzo assoluto: salsiccia rossa dolce al finocchietto, Consorzio Nero di Calabria (CS) Premio Speciale PIC salame al peperoncino: Ventricina di Guilmi, Az. Agr. La Noce di Ferrara L.(CH). Prima Soppressata del sud Italia: Soppressata piccante, Az. Agr. Romano (CS) Premio Speciale Ascom Treviso: Soppressa all’amarone, Macelleria Tommaso Caprini (VR) Premio salame dolce e magro: Il Baganzola di Nero di Parma, Casa Schizzati (PR) Premio quinto quarto: Composta di fegato, Az. Agr. Antonelli Salumi (IS) Premio salame affumicato: Mortandela affumicata Val di Non, Dal Massimo Goloso (TN) Premio non solo suino: Salamino di pecora, Az. Agr. Dalla Valle Antonio (VI).