Arte, premiato Pierpaolo Furlano

COSENZA – Il talento nelle mani. Un’infanzia dedita all’arte, la laurea all’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro da 110 e lode e la doppia partecipazione alla Biennale di Milano e Torino con l’esposizione di una sua scultura raffigurante un Cristo di cartone alto due metri e quindici.

Si tratta di Pierpaolo Furlano, giovane artista poliedrico cosentino, che ha ricevuto un riconoscimento per il complesso della sua attivita’ artistica da parte della Commissione Cultura di Palazzo dei Bruzi. Dopo il saluto introduttivo del Presidente della Commissione cultura Claudio Nigro che ha subito definito Pierpaolo Furlano “un artista di valore”, e’ intervenuto nelle vesti di relatore, il consigliere comunale Pino Spadafora che di Furlano ha esaltato le qualita’ non solo artistiche, ma anche umane. Anche Mimmo Frammartino si e’ unito al coro degli elogi per Furlano, esprimendo compiacimento per la sua presenza in commissione cultura. «Sappiamo di aver invitato un giovane talentuoso al quale, per capacita’ e spessore delle sue opere, nessun traguardo e’ precluso. La commissione cultura si fara’ carico con il Sindaco Occhiuto della necessita’ di dare a Furlano la possibilita’ di creare un’opera artistica per Cosenza». Subito dopo, il giovane artista ha ripercorso, con l’aiuto di alcune fotografie, le tappe del suo cammino professionale, mostrando ai componenti la commissione un nutrito compendio delle sue opere. Cio’ che maggiormente ha colpito i presenti sono state le tavole anatomiche illustrate da Pierpaolo Furlano e a lui commissionate da diversi ospedali italiani, ma anche dall’Universita’ di Parigi e dall’Universita’ di Tor Vergata a Roma. Tavole che molto spesso sono utilizzate nella pubblicazione di atlanti medici. Tra le piu’ recenti soddisfazioni di Pierpaolo Furlano, anche l’inserimento di una sua opera, raffigurante un Cristo, al concorso indetto dalla Regione Lombardia dal titolo “Crocifissi d’autore” che ha selezionato in tutto 47 opere. L’opera di Pierpaolo Furlano ha ricevuto gli apprezzamenti del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.