ASCOLTA RLB LIVE
Search

Cerisano, al Festival è il giorno del “Supersantos tour”

CERISANO – L’eco del successo di critica e di pubblico per il monologo di Paolo Villaggio è ancora udibile tra le strade del suggestivo panorama, scenografico ed ambientale, del centro delle Serre, patria del Festival. Dopo la performance del carismatico e travolgente comico genovese con il suo “La corazzata Potèmkin è una cazzata pazzesca”,

oggi il Festival parla di musica, con le note di Alessandro Mannarino, con la tappa esclusiva del suo “Supersantos tour”. Mannarino, considerato dalla crtica uno dei piĂą originali talenti della nuova scena italiana, condisce il proprio mondo con elementi di musica balcanica e gitana, citazioni felliniane ed evoluzioni circensi. Funambolo della parola, si fa portavoce di una ciurma di ribelli, esiliati in una terra al confine tra la quotidianitĂ  e la fantasia. Dondolandosi come un equilibrista tra la recitazione e la musica permette ai suoi personaggi di fare capriole accorate capaci di sviscerarne la profonda umanitĂ . Le scenografie del “Supersantos tour” sono a cura di due street artist romani, Omino71 e Mr. Klevra, il cui progetto di street art “eikonprOJeKt” si ispira all’iconografia bizantina.