ASCOLTA RLB LIVE
Search
25 aprile romanes

25 Aprile, oggi a Cosenza le comunità Romanès tra deportazioni e resistenza

Oggi alle 17:30 presso la libreria Mondadori di Cosenza la Fondazione Romanì Italia (F.R.I.) ricorda l’etnocidio delle comunità romanès e le gesta dei partigiani Rom.

 

COSENZA – La F.R.I., attiva da anni sul territorio nazionale, lavora per cambiare le logiche del passato che ingabbiano le genti Rom nella morsa delle rappresentazioni negative, degli stereotipi e dei pregiudizi. Poco conosciuta la minoranza romanì è sovente costruita, a causa del limitato contatto, mediante un agglomerato di preconcetti. I libri di testo affrontano raramente la tematica e ancora meno viene menzionata la storia del Porrajmos (divoramento) o Samudaripe (tutti morti) termini questi che vengono usati dai parlanti romanès per designare l’etnocidio del popolo romanò. Assieme al Professore Giancarlo Costabile dell’università della Calabria, Federica Cordasco, Bina Gargiullo, Luigi Bevilacqua, Fiore Manzo della fondazione Romanì Italia (Delegazione Calabria) e all’attore e cantautore Luigi Marino sarà narrata la storia dei Partigiani Rom.

25 aprile