ASCOLTA RLB LIVE
Search
sangineto trio

Sangineto’s Trio sul podio della “World Music”, 70° edizione della Coppa Mondiale di Fisarmonica

Un traguardo ambizioso raggiunto e conquistato quello del Sangineto’s Trio di Belvedere Marittimo, che ha trionfato alla World Music Ensamble 70′ Coupe’ Mondiale

 

OSIMO (AN) – Si tratta del titolo più ambizioso e più alto nel mondo della fisarmonica e ad aggiudicarselo sono stati tre giovani musicisti del cosentino, Sangineto’s Trio, progetto formato da Mattia Salemme al pianoforte e Daniele Perrone alle percussioni insieme al fisarmonicista Carmine Sangineto. Un progetto capace di fondere la musica etnica a sonorità jazz.

Il russo Stupnikov Vladimir è stato il vincitore assoluto della 70° edizione della Coppa Mondiale di Fisarmonica che si è svolta ad Osimo. Nella categoria World Music il gradino più alto (il terzo titolo sui sette in concorso) è andato proprio a “Sangineto’s Trio”. La formazione si è imposta con il punteggio di 23,73. La competizione si è svolta dal 5 al 10 settembre e quest’anno è stata scelta Osimo ed era da sette anni che non si faceva in Italia. Alla manifestazione hanno partecipato concorrenti provenienti da tutto il mondo e quest’anno la Calabria può fregiarsi di aver visto salire sul podio i tre giovani talenti cosentini che, nella manifestazione (suddivisa in 7 categorie) hanno sbaragliato tutti nella categoria World Music.

Il trio è stato fondato proprio quest’anno da Carmine Sangineto originario di Belvedere Marittimo, docente all’accademia di musica Astor Piazzolla di Paola, che inizia a suonare l’organetto alla tenera età di otto anni e cresce seguendo il legame alle tradizioni folkloristiche della sua terra dedicandosi con passione allo studio e al perfezionamento della tecnica di questo strumento. Pur consapevole di aver raggiunto importanti traguardi continua a studiare perchè come egli stesso rivela il suo “obiettivo è dare un seguito a questi grandi risultati”.