Alla fine dell’adolescenza: una nuova Rinascita?

Davanti a fatti come quelli avvenuti di recente a Lavagna e a Milano, che vedono le vite di due adolescenti concludersi tragicamente, non si può che restare sgomenti.

- Pubblicità Clikio single-

 

Nasce in ognuno di noi, oltre al dolore, un senso di turbamento e di smarrimento profondo, che va ad alimentare ancor più quelle paure e quei dubbi che abbiamo tutti noi genitori, soprattutto quelli i cui figli sono nella fase adolescenziale. Il frantumarsi dei sogni giovanili di questi loro coetanei evoca in noi un’ insonnia piena di incubi. Affiorano alla nostra coscienza i sensi di colpa che ci portano, nel tentativo di rimuoverli, ad immedesimarci in quelle stesse tragiche situazioni. Allora può capitare che, per allontanare i nostri demoni, per respingerli oltre la soglia della nostra percezione, proviamo, stoltamente, a voler individuare responsabilità nei comportamenti di quella madre o di quel padre, che possano aver portato l’adolescente a compiere quel gesto estremo.
Ma, il tentativo non riesce, non può riuscire, perché sono le crepe e le fenditure della condizione umana, ancora più evidenti nell’età della adolescenza, che fanno sì che fatti come questi possano verificarsi.

La fragilità presente in questo particolare stadio della vita mi ha sempre portato a ritenere che il decorso dell’adolescenza abbia qualcosa in comune con quello della gravidanza e che sia essa stessa una forma di gestazione, al termine della quale si nasce una seconda volta. Si passa da un periodo turbolento, caratterizzato da inquietudini, insicurezze, incomprensioni e ribellioni, a quello più radioso che contraddistingue la gioventù, cioè la fase più bella della nostra vita. Ed è in questo passaggio, dal buio alla luce, dall’imperscrutabile al manifesto, che l’adolescenza mette in evidenza molti punti in comune con la gravidanza.

Il suo decorso nella maggior parte dei casi avviene in maniera del tutto fisiologica, sebbene sia pieno di insidie. A volte, come accade per la gravidanza, essa può diventare “a rischio”, per fattori anamnestici o per fattori e situazioni contingenti, ed andare incontro a complicanze. Un’attenta, quanto discreta sorveglianza, può evitare che evolva in esiti sfavorevoli, sebbene l’imprevedibile possa essere sempre in agguato.

adolescenza

Ma, se quando siamo nel grembo materno il nostro contributo all’evoluzione della gestazione è nullo, durante l’adolescenza esso risulta fondamentale. Siamo chiamati, infatti, a dare un senso del tutto personale alla nostra vita e, sebbene possiamo, a volte, avere l’impressione che la storia ce la vogliano scrivere gli altri, costringendoci ad essere comparse, o semplici spettatori, dobbiamo ricordarci che il nostro ruolo è quello di protagonisti. Protagonisti non nel senso di primeggiare sugli altri, ma nel senso di essere gli artefici del nostro destino. Persone che hanno coraggio, o meglio che si fanno coraggio, soprattutto nelle scelte. Quel coraggio che non vuol dire non avere paura o mostrare i muscoli, ma che significa imparare già da ora ad assumersi le responsabilità delle proprie azioni, a pagare il prezzo per esse, affrontandone le conseguenze. Il coraggio di saper dire di no, di sapere opporsi a ciò che si ritiene inaccettabile, senza nascondersi dietro fanatismi, falsi miti ed emulazioni prive di senso critico.

Il coraggio di essere onesti, anche nel sapere ammettere le proprie paure ed i propri limiti. Può capitare purtroppo che, a volte, facciamo scegliere gli altri al posto nostro oppure non facciamo alcuna scelta e lasciamo trascorrere il tempo passivamente o, ancora peggio, scegliamo di rinunciare a vivere, perché incapaci di accettare le difficoltà quotidiane e di sopportare i distacchi che la vita inevitabilmente ci pone davanti. Così finisce che, lasciandoci andare, precipitiamo nel baratro della distruzione e dell’annientamento.

Forse è proprio qui che potrebbe inserirsi l’intervento di un genitore: nell’intercettare la presenza di una di queste situazioni. Facile a dire, ma non altrettanto facile a fare. Purtroppo!

 

- Pubblicità sky-

Correlati

Cosenza, l’esordio discografico della Mediterranean Acoustic Orchestra

Il musicista cosentino Carlo Cimino ci racconta il lavoro discografico della Mediterranean Acoustic Orchestra composta da musicisti calabresi

Le app più popolari per giocare online

Lo smartphone non è solo un telefono per chiamare e messaggiare, ma anche una fonte di svago utilizzando alcune delle più note app di intrattenimento

Soluzioni logistiche: l’importanza di un servizio di trasporti e spedizioni professionale

Il settore della logistica e delle spedizioni continua a confermarsi un asset strategico per numerose attività professionali

Tappezzeria: ecco i servizi professionali più ricercati sul web

La tappezzeria è un’arte molto più antica di quanto non si potrebbe immaginare. Le prime tecniche di tappezzeria risalgono addirittura ai tempi degli Egizi
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Freddo e senza riscaldamento, chiuso il tribunale di Castrovillari: udienze sospese

CASTROVILLARI (CS) - Udienze sospese fino al prossimo 18 febbraio nel Tribunale di Castrovillari a causa del freddo. L'impianto di riscaldamento nel Palazzo di...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

«Azienda calabrese vieta di parlare di politica e limita altre libertà ai dipendenti»

CATANZARO - Divieto di volantinare, di discorrere di politica o parlare in famiglia di ciò che avviene in azienda, e, per le donne, comunicare...

Statale 106, Tavernise: «rappresentanti istituzionali restino uniti»

CORIGLIANO ROSSANO – "La battaglia sulla statale 106 è oggi una battaglia che coinvolge indistintamente tutti i rappresentanti istituzionali del territorio dal sindaco, ai...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Il bene effimero della bellezza

Che la bellezza sia un bene effimero si è sempre saputo ed i poeti ed i cantautori ce lo hanno sempre ricordato (ad esempio...

Figli in gabbia

La stragrande maggioranza dei genitori (non tutti) nutre timori sulla sorte dei propri figli, e questo è del tutto comprensibile. Ma, questo stare sempre...

La magia di una foto

Tra selfie, foto di viaggi, foto di ricorrenze varie e foto scattate anche senza nessun motivo particolare, possiamo dire che ognuno di noi, anche...

Uno stupro contraddittorio

Ritenere che un certo reato sia da punire senza appello se è commesso dagli altri, e che non lo sia, invece, quando lo commettiamo...

Soldi, soldi, soldi

Sebbene alcune vicende venute alla ribalta sui giornali negli ultimi giorni non abbiano nessun nesso tra di loro, esse riconducono ad un identico movente:...

Uccidere la felicità di qualcuno

Il movente dell’uccisione di Stefano Leo, un ragazzo di Torino accoltellato alla gola alcuni giorni fa mentre passeggiava, è qualcosa che lascia atterriti e...