A Berlino sfila l’auto hi-tech

BERLINO – Anche quest’anno Ifa ha regalato alcune anticipazioni interessanti in fatto di soluzioni di car-infotainment. La tendenza è nota

: i costruttori sono del tutto allineati al dogma dei servizi e delle applicazioni mobili e lo sforzo comune è quello di sviluppare i rispettivi cruscotti digitali per sfruttare al meglio le possibilità offerte dall’interoperabilità con smartphone e tablet e dalle tecnologie di connettività, dal Wi-Fi alle reti mobili 3G e 4G fino al nuovo standard Nfc (Near Field Communications).

Come ormai da tradizione, Ford ha presenziato a un grande evento hi-tech (la casa americana è ospite ormai fissa al Ces di Las Vegas, al Mobile World Congress di Barcellona e al Cebit di Hannover) per presentare in anteprima i nuovi servizi presenti a bordo delle nuove auto pronte a sbarcare sul mercato. La novità in vetrina a Berlino, Sync con interfaccia MyFord Touch, prenderà posto sulla Focus elettrica in rampa di lancio in Europa nel 2013 con una configurazione creata ad hoc per gli utenti del Vecchio Continente. Jason Johnson, supervisor infotainment e connettività di Ford Europa, ha battezzato il binomio di cui sopra così: “nel loro ambito rappresentano il massimo della tecnologia disponibile oggi”. Nell’immediato futuro gli obiettivi sono (nel medio termine) i sistemi di vehicle to vehicle communication e (nel lungo periodo) e quelli di connettività al cloud per accedere a dati e contenuti.

Le virtù di questa soluzione sono in effetti tante, a cominciare dallo schermo tattile a colori da ben 8 pollici da cui controllare tutti i comandi del sistema. Quindi il software, sviluppato sulla piattaforma Windows Embedded Automotive di Microsoft, capace oggi di riconoscere fino a 10mila comandi vocali in nove lingue diverse e di controllare tramite questi molte delle funzionalità della “green car” (impostazioni del clima all’interno dell’abitacolo, sistema di intrattenimento di bordo, navigatore e altro ancora).

Dal punto di visto hardware, il Sync con MyFord Touch – evoluzione della piattaforma, integrata anche nella B-Max, per cui la casa americana prevede un bacino di 3,5 milioni di clienti in Europa entro il 2015 – è dotato di due porte Usb, di uno slot per schede di memoria Sd e ingressi Rca audio/video. Via Bluetooth si connette a smartphone o telefonini per effettuare chiamate ai contatti della rubrica, eseguire la lettura vocale e la visualizzazione dei messaggi Sms e, nel caso dei device più evoluti, accede ai contenuti, alle apps e ai servizi presenti a bordo del terminale mobile connessi. Ulteriori possibilità sono quindi quelle di impostare un’immagine di sfondo caricata da supporti esterni Usb, inserire le foto dei contatti e mostrare sull’ampio touchscreen la copertina dell’album della traccia riprodotta, grazie a una libreria integrata fornita da Gracenote.

L’altro grande pregio di Sync MyFord Touch riguarda la connettività: tramite connessione Usb o Bluetooth, l’auto opera da vero e proprio hot-spot Wi-fi mobile sfruttando la connessione a Internet di un tablet o di uno smartphone per collegare in Rete fino a cinque dispositivi contemporaneamente. Infine il servizio Emergency Assistance, di cui gli utenti della Focus Elettrica potranno fruire gratuitamente (in caso di incidente il sistema telefona automaticamente al 112 comunicando la posizione del veicolo ricavata tramite il GPS di bordo).

Harman e il concept di connectivity car con Nfc
Per Harman, invece, Ifa 2012 è stata l’occasione per presentare un concept di auto connessa “always on” realizzata con le più recenti soluzioni offerte dal gruppo tedesco. I plus della soluzione sono in linea con le avanguardie tecnologiche del momento, e cioè integrazione totale con il mondo smartphone per la fruizione e il download di applicazioni, servizi basati su tecnologia Nfc e funzionalità cloud. L’obiettivo dichiarato il seguente: offrire a conducenti e passeggeri la possibilità di accedere a servizi e applicazioni Web direttamente dall’interno del veicolo (navigare sui motori di ricerca e Google Earth, ricevere informazioni sul traffico, guardare video in streaming o ascoltare musica online) con facoltà di personalizzare la configurazione della vettura in funzione della propria e specifica esperienza di guida.

Alla kermesse berlinese Harman ha messo inoltre in campo il meglio delle sue tecnologie audio, sfruttando come vetrina una limousine BMW serie 3 e il roadster Mercedes-Benz SL. La prima equipaggiata con il sistema Harman Kardon Logic 7 con amplificatori Dsp multicanale e 16 altoparlanti e il secondo con a bordo la tecnologia Harman Frontbass, soluzione audio “open-top” (sviluppata a quattro mani con la casa della Stella) che orienta il suono verso i passeggeri.

Sulla Mercedes-Benz Classe E, infine, è stato installato Becker Map Pilot, altra novità targata Ifa: si tratta di una tecnologia di navigazione completamente integrata nel sistema elettronico del veicolo e in grado di combinare la flessibilità dei dispositivi di navigazione portatili con la comodità dei sistemi di navigazione integrati oggi disponibili nelle auto di lusso.