San Marco Argentano, laboratorio di cucina di ultima generazione all’alberghiero

All’inaugurazione del Laboratorio di Cucina dell’indirizzo Servizi Alberghieri e Ristorativi dell’Istituto di Istruzione Superiore di San Marco Argentano anche lo chef internazionale Francesco Mazzei

 

SAN MARCO ARGENTANO (CS) – Sindaci e assessori del territorio, autorità militari, rappresentanti di consorzi agroalimentari e associazioni di categoria, insieme a centinaia di studenti, genitori, docenti e personale ATA, hanno assistito al taglio del nastro del laboratorio didattico di ultima generazione, cui ha fatto seguito una vivace manifestazione inaugurale, patrocinata dalla Provincia di Cosenza e dall’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, che ha previsto lo show cooking del famoso cuoco di Cerchiara di Calabria, Francesco Mazzei, che per l’occasione ha cucinato due piatti con prodotti del territorio calabrese: un risotto di Sibari mantecato agli agrumi della Piana, con sopra una tartare di branzino; una pancia di maiale nero con salsa di mele, nduja e cipolla rossa di Tropea.

«I laboratori come quello inaugurato oggi sono il centro della nostra attività didattica – ha dichiarato nel corso dell’evento il dirigente Florio – strumenti che ci consentono di fornire ai nostri studenti una formazione di eccellenza e di alta qualità, competenze e professioni forti che potranno inserirsi facilmente nel mondo del lavoro della ristorazione, dell’agroalimentare e dell’accoglienza turistica della nostra regione. Le scuole sono agenzie di futuro e quella di San Marco Argentano rappresenta una certezza su cui puntare, specie nell’incontro tra formazione ed educazione, oltre alla capacità di questa scuola di essere dotata di un indirizzo che garantisce a chi si diploma una buona percentuale di futura occupazione».

L’attivazione del Laboratorio di Cucina dell’Istituto per i Servivi Ristorativi Alberghieri di San Marco Argentano consentirà di proseguire l’anno scolastico con le giuste garanzie.

«Sono davvero felice ed emozionato nel vedermi in mezzo a centinaia di giovanissime speranze – ha dichiarato lo chef Francesco Mazzei – che, attraverso la formazione offerta da questo Istituto, cercano di garantirsi un futuro lavorativo nel nobile mondo della cucina tradizionale e non, oltre che un modo concreto per diventare loro i futuri testimonial della grande ricchezza dell’arte culinaria calabrese e i portatori di quel rande patrimonio enogastronomico di cui è dotata la nostra regione. Oggi, finalmente, gli Istituti alberghieri anno trovato la loro giusta dimensione e dignità di importante scuola, dove la formazione pratica è la principale caratteristica che la contraddistingue. Certo, c’è ancora molto da fare, con molti nodi da sciogliere, sia per quanto riguarda il riconoscimento del suo valore, sia perché occorre comprendere quali siano le competenze utili in un mondo della ristorazione in così continuo e veloce cambiamento. Quello che ho potuto apprezzare entrando in questo Istituto – ha concluso Mazzei – è verificare quanto gli amministratori del territorio e la dirigenza scolastica tengano a fornire agli studenti, con il contributo essenziale del corpo docente e del personale tecnico, le giuste professionalità per l’inserimento nel mondo del lavoro».

Nell’occasione di questa speciale inaugurazione, studenti e docenti dell’Istituto di San Marco Argentano hanno dato una dimostrazione pratica delle capacità realizzative in ambito culinario, allestendo un ricco buffet come cornice enogastronomica della manifestazione, che ha ottenuto grande soddisfazione da parte dei presenti.

All’evento inaugurale, insieme al dirigente scolastico Giancarlo Florio e al presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, vi hanno preso parte: Virginia Mariotti, sindaco della cittadina normanna; Mons. Leonardo Bonanno, Vescovo di San Marco-Scalea; Marisa Veltri, già dirigente scolastico dell’Istituto di San Marco Argentano; il DSGA Francesco Morrone; il presidente del Consiglio d’Istituto, Gianfranco Russo; il presidente regionale dell’Unione Regionale Cuochi Calabria, Carmelo Fabbricatore.