Al via la tre giorni dell’Italian Identity Association sul Made in Calabria

L’evento, che si terrà nella prestigiosa cornice del Castello Svevo di Cosenza, da oggi e fino al 16 ottobre, intende promuovere la qualità e le eccellenze italiane.

 

COSENZA – Protagonista il territorio attraverso modelli ispirati a produzioni locali responsabili, startuppers innovativi, agrifood di qualità, manifatturiero creativo. Una tre giorni per far conoscere una Calabria diversa dallo stereotipo tradizionale. Un viaggio nelle eccellenze calabresi cui parteciperanno: Franco Arminio, Francesco Bevilacqua, Claudio Cipollini, Consuelo Nava, Camillo Nola, Lucia Librandi, Silvio Greco, Emilio Leo e show cooking. Dalle performances dei Cooking soon: 8 chef under 30 impegnati nella promozione del gusto calabrese tra cui Luca Abbruzzino, chef emergente dell’anno per la guida dell’Espresso, al Gal Sila (Silautentica ospitali per natura) sino a giovani chef che intendono valorizzare i sapori delle aree interne e costiere. Dalla cucina stellata all’osservazione delle stelle e del cielo con Franco Piperno.

 

Ma anche spazio alla creatività con happening musicali da gastrofonia (tra cui Dario De Luca di Scena verticale e lo spettacolo Resistenza gastrofonica viaggiante dei Coltivatori di musica: Non fate la guerra ma gnocchi e pomodoro), mostre fotografiche: Pane nostrum di Alfonso di Vincenzo sui pani e i forni di Cerchiara, passando per gli scatti dall’obiettivo di Gaetano Gianzi (direttore artistico del Festival della fotografia di Corigliano) tratti dalla mostra Viaggio nel lavoro per terre e per mare, sino alle installazioni artistiche di Giulio Telarico sui Paesaggi impossibili. Un ricco programma d’eventi sul territorio: il food, il terroir e il lifestyle calabrese come ambasciatori del Made in Calabria. La giornata conclusiva vedrà protagonista una performance per una quinta d’alta moda curata da Anton Giulio Grande, talentuoso stilista lametino il cui brand è apprezzato in tutto il mondo, con le creazioni orafe di Michele Affidato.

 

Domani, venerdì 16 la manifestazione sul made in Calabria prevede alle 18.30 il workshop Food ideantity & food safety moderato da Alba Battista. Parteciperanno: Camillo Nola (vicePresidente di Granarolo), Bruno de Cindio (spinoff R&D Unical), Olga Mileti (sart-up Tecnest Unical), Francesco De Vuono (Direttore GAL Sila), Giacomo Giovinazzo (esperto in promozione di produzioni agricole e filiere produttive), Lucia Librandi (Tenute Olearie Librandi di Vaccarizzo), Yosuno (action performance “deeper on the grount”), Giuseppe Mangano (Pensando Meridiano), Consuelo Nava (Pensando Meridiano) e Giuseppe Siciliani (Università di Ferrara). Alle 20.30 per le food experience sensoriali è previsto un viaggio dal territorio al prodotto attraverso l’arte culinaria del GAL SILA con la varietà dei sapori d’altura di SilAutentica ospitali per natura, a partire dalle tradizionali mozzarelle fatte al momento sino alle nuove sperimentazioni di canapa sativa, coltivata ad uso nutraucetico e industriale per la tessitura. A seguire il live gastrofonico dei Coltivatori di musica: Non fate la guerra ma gnocchi e pomodoro, guidati da Paola Scialis e a partire dalle 22.30, coadiuvato da postazioni con telescopio, le Osservazioni del cielo a cura di Franco Piperno.

 

Clicca qui per il programma completo: programma ideantity