La pianista cosentina Giusy Caruso live in streaming, anche un omaggio a Rendano

L’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles riparte con la sua attività, dopo il lockdown, proponendo lunedì 29 Giugno alle ore 19.00 un concerto eccezionale. Protagonista la pianista calabrese Giusy Caruso

 

BRUXELLES – L’evento è patrocinato dal CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica e sarà trasmesso in diretta live streaming senza pubblico nel rispetto delle restrizioni e precauzioni imposte a causa dell’emergenza della diffusione del COVID-19. Protagonista sarà la pianista calabrese Giusy Caruso che terrà una lezione-concerto dedicata all’Italia e al compositore Ludwig van Beethoven nel 250simo anniversario della sua nascita con una sorpresa dedicata ad Alfonso Rendano.

Giusy Caruso è pianista concertista, artista ricercatore e musicologa e vive a Bruxelles. Definita “una delle realtà interpretative più interessanti del panorama internazionale” (critico Andrea Bedetti – Music Voice, Roma) con “un temperamento persuasivo, per non menzionare la sua formidabile maestria tecnica, e il suo impressionante e fervente coinvolgimento nel materiale sonoro” (critico Jed Distler, Classics Today – New York). “Sulle dita della Caruso, il pianoforte diventa tutto un altro strumento, che arriva a farci ascoltare le stelle” (critico Pierre Meunier, L’Indépendant – Carcassonne).

Ai microfoni di Rlb Giusy Caruso presenta il concerto in programma domani

ASCOLTA

 

Rinomata interprete del repertorio musicale contemporaneo, di cui ha eseguito molte anteprime mondiali di opere spesso a lei dedicate, Giusy Caruso ha inciso CD per le etichette discografiche Sipario Dischi, Tactus, Centaur Records e Da Vinci Classics ed è stata premiata da importanti istituzioni.

Inoltre è impegnata in un’intensa attività concertistica che la vede protagonista di esibizioni in Europa, Asia, Russia e America, anche con futuristici progetti multimediali, come #MyAvata&Me, partecipando anche a programmi radiofonici e televisivi. Ricercatore post-doc affiliato all’Istituto di Psicoacustica e Musica Elettronica (IPEM) dell’Università e del Conservatorio Reale di Gand, Caruso è regolarmente invitata come docente ospite in Università, Conservatori e Istituzioni che si occupano di ricerca artistica.

La “Tarantella” per pianoforte di Rendano

In apertura del concerto, la pianista ci farà scoprire le frizzanti ritmiche e sonorità della “Tarantella” per pianoforte del compositore calabrese Alfonso Rendano (Carolei, 1853-Roma, 1931). Alfonso Rendano si impone sulle scene europee sin da giovanissimo, come pianista enfant prodige, ammirato dai più grandi compositori e didatti dell’epoca come Thalberg, Rossini, Matthias e Liszt. E non a caso, Caruso affianca al brano di Rendano, la celebre “La Campanella” del violinista e compositore italiano Niccolò Paganini nello studio per pianoforte di Franz Liszt . Ai virtuosismi della musica italiana della “Taranella” di Rendano e dello studio “La Campanella” Paganini/Liszt, seguirà la brillante Sonata in do maggiore op.2 n.3 di Beethoven in omaggio al grande compositore tedesco.

Il concerto potrà essere seguito sui Social dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e del CIDIM Comitato Nazionale Italiano Musicale partecipando in un dialogo interattivo con l’artista attraverso commenti, domande e curiosità.

IL VIDEO DEL CONCERTO