Coronavirus: è boom di separazioni anche in Italia

divorzi sono aumentati a causa della quarantena per il Covid 19

 

Un virus che allontana, anche le coppie e la loro unione sentimentale. Domande di divorzio in aumento dall’inizio dell’epidemia e della quarantena: succede in diversi paesi. E’ vero, molti fidanzati hanno deciso semplicemente di separarsi, mentre per i coniugi la situazione è chiaramente complessa. Va detto, tuttavia, che in Cina in molti casi ci sono stati dei ripensamenti.

Questa situazione ha fatto esplodere tensioni latenti o ha esasperato situazioni già critiche, portando i partner alla decisione di prendere strade diverse

 

Per evitare che i divorzi siano frutto di decisioni affrettate, si consiglia un pò di cautela. Stare sempre insieme ha messo a dura prova, facendo scoppiare delle crisi vere e proprie. Una delle principali cause di stress è l’angoscia legata al lato economico.

Prima di chiedere il divorzio, occorre capire se si tratta di una crisi passeggera dovuta al momento che stiamo vivendo, oppure se si tratta di qualcosa di più profondo e motivato. Non diamoci contro per lo sfogo anche di un periodo così destabilizzante.

È accaduto in Cina e si ripete in Italia e nel resto del mondo: il coronavirus ha messo a dura prova le coppie e ha portato a un boom delle richieste di divorzio.

 

Intanto, il Consiglio nazionale forense ha iniziato a consentire alle coppie che richiedono la separazione consensuale di farlo anche via mail con delle vere e proprie udienze virtuali.