Serie B, stop a tempo indeterminato: informazioni puntuali e dettagliate su Wincomparator

Il portale che mette a disposizione gratuitamente un’analisi comparativa di diversi bookmaker

 

Per chi desidera reperire informazioni puntuali e dettagliate sui siti di scommesse disponibili sul mercato italiano, può visitare Wincomparator, il portale che mette a disposizione gratuitamente un’analisi comparativa di diversi bookmaker.

La notizia è giunta in via ufficiale domenica scorsa. Il Cosenza Calcio, tramite una nota, ha comunicato che la ripresa degli allenamenti è slittata di sette giorni: da lunedì 16 marzo al 23: questo “sempre che lo permetta la situazione legata all’emergenza da Covid-19. Condizione fisica e stato di salute dei calciatori – si legge sul sito della società rossoblù – continueranno ad essere monitorati a distanza”.

L’ultima gara della squadra allenata da Giuseppe Pillon rimane quindi il ko per 2-0 maturato giorno 9 marzo in casa del Chievo Verona: le reti di Djordjevic e Meggiorini (a tempo scaduto) hanno condannato i Lupi alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite disputate, con numeri che sono allarmanti. Solo il Livorno, al momento, segue i silani nella classifica di B: l’ultimo gradino della zona playout (Cremonese quartultima a quota 30 punti) dista sei lunghezze. Il trend come detto è ampiamente negativo, anche se spazio e tempo per recuperare terreno rispetto a chi sta davanti non mancherebbero di certo.

Sono dieci, infatti, le partite che il Cosenza deve disputare per terminare la stagione regolare: sarà proprio la trasferta di Cremona a riaprire le danze per capitan Angelo Corsi e compagni. Una gara da non fallire, per rimanere attaccati al treno salvezza. Il quesito che però al momento accomuna tutto lo sport nazionale (e non solo), è il seguente: quando e come tornare in campo? L’unica certezza è che in seguito al Dpcm dello scorso 9 marzo tutte le manifestazioni sportive sono bloccate fino al prossimo 3 aprile: una misura necessaria, per contenere la diffusione del Coronavirus e tutelare di conseguenza la salute di tifosi e addetti ai lavori.

L’obiettivo di ripartire all’inizio del mese che verrà, però, è tecnicamente impossibile: lo evidenzia la situazione sanitaria attuale. La sicurezza del lavoro, tema portato alla ribalta dall’Asso Calciatori, impone grande cautela: senza dimenticare, poi, che per tornare a ritmo partita sarà necessario cominciare una preparazione simile in tutto e per tutto a quella estiva. Il condizionale è d’obbligo, ma la prima data utile che la Figc ha messo nel mirino per far ripartire il calcio in Italia è quella del weekend del 2-3 maggio.

“Quando l’emergenza sarà rientrata – ha dichiarato a Il Mattino vice-presidente della Federazione Cosimo Sibilia –  dovremo fare l’impossibile per chiudere i tornei sul campo. Per me i verdetti che contano sono quelli emessi dal terreno di gioco. In linea generale se dovessimo riuscirci entro il 30 giugno sarebbe un miracolo, perché vorrebbe dire che questo incubo ce lo saremo lasciati alle spalle molto prima”.

Con un Benevento ormai praticamente in A grazie ai venti punti di vantaggio sul Crotone secondo (69 a 49), il resto del torneo cadetto riserverà comunque una gran bagarre: la piazza d’onore, che porta direttamente nell’Olimpo del calcio italiano, sembra attualmente contesa dai calabresi di Giovanni Stroppa e da Frosinone (47 punti) e Pordenone (45). La lotta per entrare nei playoff coinvolge una decina di squadre, dallo Spezia quinto a quota 44 alla Juve Stabia al Pescara quattordicesimo a 35. Venezia (32) e Cremonese (30) disputerebbero al momento i playout. Sarebbero invece condannate Trapani (25), Cosenza (24) e soprattutto Livorno (18).

La Serie B, dunque, si conferma come torneo sempre interessante e mai scontato, ricco fino all’ultimo di colpi di scena e ribaltamenti clamorosi. Al momento tutti i bookmaker non propongono quote per la ripresa del campionato perché si attendono ancora le decisioni ufficiali da parte della Lega calcio italiana sulla formula con cui si giocheranno le partite conclusive della stagione. Gli allibratori saranno sicuramente tra gli indicatori più affidabili sulla ripresa della serie B. Non appena riprenderanno a quotare le gare, infatti, vorrà dire che la ripresa della B sarà ormai prossima!