ASCOLTA RLB LIVE
Search

Premio Astrea per chi combatte malaffare e criminalitĂ 

I nomi di chi sarĂ  premiato

 

MAIDA (CZ) – Svelati i nomi che riceveranno il Premio Nazionale Astrea 2019. Tra di loro il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri. Premio anche alla memoria di Francesco Ferlaino, Carlo Alberto Dalla Chiesa e Lea Garofalo. Durante la conferenza stampa di presentazione del premio, avvenuta questa mattina all’UniversitĂ  telematica Pegaso, nelle sale del Seminario vescovile in Lamezia Terme, a condividere proscenio e microfono con la Dastoli sono stati Massimo Mercuri, direttore artistico del premio, Salvatore Paone, sindaco del comune di Maida che ospiterĂ  la serata di premiazione del prossimo 7 settembre, l’onorevole Angela Napoli, giĂ  deputato della Repubblica, Caterina Carbone, responsabile della sede lametina dell’UniversitĂ  telematica Pegaso, e Maria Scaramuzzino, giornalista della Gazzetta del Sud che ha coordinato l’intero incontro.
Il Premio Astrea, che prende il nome dalla dea della giustizia, vuole essere un inno alla legalitĂ , per chi combatte quotidianamente affinchĂ© questi valori ottengano il totale riconoscimento. L’intento del premio, spiegano Dastoli e Mercuri, è far conoscere chi ha combattuto il malaffare, chi lo combatte oggi e chi, per veder battuta la criminalitĂ  e riconosciuta la legalitĂ , ha pagato con la propria vita.

 

 

Parole e sentimenti sottolineati anche dall’onorevole Angela Napoli: «Chi riceve questi premi non soltanto deve sentirsi onorato per l’importanza del premio ricevuto, ma deve sentirsi incoraggiato a continuare nella sua battaglia. Questi riconoscimenti servono anche a non isolare le persone che combattono e che danno la vita alla ricerca della giustizia e contro il malaffare». La premiazione avrà luogo sabato 7 settembre (a partire dalle 20.30) nelle sale dell’Hotel John Stuart di Maida. Il Premio Nazionale Astrea è fondato sui valori della legalità e della lotta alle mafie e perciò, saranno anzitutto consegnati dei premi alla memoria per il magistrato Francesco Ferlaino, ucciso a Lamezia Terme la sera del 3 luglio 1975, un delitto tuttora impunito, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, freddato da Cosa Nostra il 3 settembre 1982 insieme alla moglie Emanuela Setti Carraro, e Lea Garofalo, altra vittima di mafia uccisa a Milano il 24 novembre 2009. I premi saranno ritirati da Giuseppe Ferlaino, figlio del magistrato, Simona Dalla Chiesa, figlia del generale, e Marisa Garofalo, sorella della vittima di mafia. Il premio gode del patrocinio, tra gli altri, anche del Ministero di Grazia e Giustizia e nel corso della serata di premiazione sarà presente anche l’onorevole Vittorio Ferraresi, sottosegretario di Stato del Ministero. Altri di peso sono: Regione Calabria; Consiglio Regionale della Calabria; Provincia di Catanzaro; Camera di Commercio di Catanzaro e Comune di Maida.

 

 

Nella serata del 7 settembre sul palco di Maida riceveranno il premio:

Michele Cucuzza, giornalista e volto noto della televisione;
Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica di Catanzaro;
Claudio Lippi, presentatore del piccolo schermo per tanti anni alla guida di programmi come Domenica In e Buona Domenica;
Antonino De Masi, imprenditore di Gioia Tauro che lotta per restare in Calabria;
Domenico Dara, scrittore autore dei romanzi Breve trattato sulle coincidenze e Appunti di meccanica celeste, editi da Nutrimenti;
Gigi Miseferi, comico e attore con il quale verrà ricordato il compagno di lavoro Giacomo Battaglia scomparso lo scorso 1° aprile;
gli editori di Italiani.it, portale che si impegna a far conoscere nel mondo le eccellenze italiane;
la Tonno Callipo Volley, squadra della Superlega di pallavolo maschile;
Angelo Mercuri, pilota automobilistico campione italiano delle bicilindriche.