ASCOLTA RLB LIVE
Search

La corsa ai saldi è iniziata: al bando le brutte sorprese

Abbigliamento, scarpe e accessori ogni anno, durante il periodo dei saldi, porta a vivere una smania che spinge le persone a comprare molto più di quello che hanno bisogno.

COSENZA – La corsa ai saldi è iniziata. Se è vero che lo shopping fa bene all’umore, l’unica è uscire e comprare il capo must-have della stagione. Più di uno magari, con tanto di accessori abbinati. Chi compra in maniera compulsiva, senza fare le giuste valutazioni. Per evitare brutte sorprese, abbiamo stilato un decalogo per acquistare consapevolmente e ridurre al minimo il rischio di rimanere delusi.

1. Conservare lo scontrino. Qualora vi pentiate di un acquisto fatto di impulso, potrete sempre tornare sui vostri passi chiedendo un cambio.

2. Attenzione aglki ‘avanzi’ in magazzino. Accade spesso che nei negozi, tra la merce in saldo, vengano aggiunti prodotti che non sono di fine stagione ma che, semplicemente, sono delle rimanenze di magazzino. In questo caso lo sconto potrebbe non essere così conveniente come credete.

3. Tenere d’occhio i prezzi. Capita spesso che molti rivenditori alzino i prezzi proprio in procinto dell’inizio dei saldi (facendo credere di vendere merce scontata quando in realtà non è così). Occorre segnarsi prima i prezzi delle cose che siete intenzionati ad acquistare, assicurandovi che un effettivo risparmio.

4. Pianificate. Fare uno schema delle cose che volete acquistare magari facendo una lista, dove metterete per iscritto tutte le cose che vi servono seguendo un ordine di rilevanza.

5. Diffidare dai prezzi troppo stracciati.  Dietro ai prezzi stracciati si nasconde spesso della merce non nuova e, quindi, scontata su prezzi “vecchi”, non attuali.

6. Evitate gli acquisti azzardati. Se non avete mai comprato qualcosa in un determinato negozio o e-commerce è sconsigliabile iniziare a farlo proprio in periodo di saldi.

7. Pretendere chiarezza. Per essere sicuri di stare acquistando qualcosa effettivamente in saldo state alla larga da quei negozi che espongono solo i prezzi scontati non mostrando il valore di acquisto iniziale.

8. Le politiche di reso. Vi sono alcuni negozi che, specie durante il periodo dei saldi, non accettano resi e/o effettuano cambi.

9. Metodi di pagamento. Una cosa che dovete sapere, valida anche durante il periodo dei saldi, è che tutti i negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat sono obbligati ad accettare questi metodi di pagamento da parte dei clienti.

10. Occhio alle truffe. I prezzi bassi non devono essere sinonimo di bassa qualità o scadenza. Se vi hanno venduto qualcosa di difettoso, rotto o logorato, avete tutto il diritto di chiedere un risarcimento. A tal proposito tante sono le associazioni dei consumatori a cui potete rivolgervi o, in alternativa, ci sono sempre vigili urbani e forze dell’ordine.

Ora andate e spendete. Sempre che troviate la taglia giusta, prodotti della stagione attuale e non della Primavera-Estate 1998 e chissà, magari una gioia.